Clizia incorvaia

Francesca Incorvaia vuota il sacco a Live-Non è la d’Urso e racconta la sua verità sul presunto tradimento a Francesco Sarcina con Riccardo Scamarcio. La modella rivela che i 2 anni passati con il frontman delle Vibrazioni sono stati da incubo, con Sarcina che l’avrebbe tradita ripetutamente. Sul rapporto con Scamarcio, Incorvaia sostiene che ci sia stato solo un bacio mentre lei e l’ex marito erano separati. La modella mette in luce il bullismo mediatico a cui è stata sottoposta, che l’ha spinta a parlare di quanto successo.

Clizia Incorvaia: “Con Sarcina i 2 anni più brutti della mia vita”

Francesca Incorvaia parla della situazione attuale, dopo l’esplosione dello scandalo dell’estate: “Ci sono di mezzo avvocati, c’è di mezzo mia figlia Nina, io per lei fare qualsiasi cosa, però a un certo punto ho detto ‘Devo raccontare la verità’, e questo lo faccio anche per mia figlia“.

La modella racconta il matrimonio con Francesco Sarcina, non certo idilliaco: “Prima del tradimento che non c’è stato, perché eravamo separati, io ho subito 2 anni che sono stati i più brutti della mia vita. Ho vissuto 2 anni sola con mia figlia, l’ho cresciuta sola, lui era fuori fino alla mattina. Aveva sempre una cena e tornava alle 6 del mattino“.

Le serate di Sarcina non erano del tutto innocenti: “Io gli credevo sempre, poi mi arrivano le segnalazioni, da tanta gente“.

I tradimenti di Francesco Sarcina

La modella racconta che “Lui non rispettava il mio lavoro, mi denigrava. Lui in questi ultimi 2 anni mi lasciava da sola e non mi voleva agli eventi. Da quando è tornato nelle Vibrazioni non mi voleva perché lo avrei distratto dal gruppo”. L’ex marito, accusa Incorvaia, “chiedeva alle fan materiale pornografico, ho visto le chat Instagram. Ho tutto conservato, sono nella verità assoluta“.

La modella avrebbe iniziato a soffrire di disturbi emotivi: “Non dormivo la sera, soffrivo di attacchi di panico in questi 2 anni.

Questo mi ha causato problemi con tutti gli esseri umani, non so se potrò fidarmi di altri uomini, se posso tornare a pensare che non sia tutto così“.

Con Scamarcio solo un bacio

Clizia Incorvaia racconta il momento in cui tutto è venuto a galla: “Noi ci eravamo separati a settembre, a febbraio mi sono fatta prendere di nuovo. Sono siciliana, credo nell’amore eterno, e quindi ci ho ricreduto, poi è accaduto che ad aprile gli viene il matto. Dice ‘Vuota il sacco, siamo in un momento di trasparenza, diciamoci tutto di quello che è successo quando siamo stati separati’” Lei era contraria: “È masochismo puro. Quella sera mi fece violenza psicologica, 8 ore di interrogatorio, mi ha spaccato il telefonino“.

Ma il cantante insiste sul “momento di verità”. In auto Clizia spiega che con Sarcina “ci siamo raccontati tutto. Lui mi fa ‘Io ho un sentore, mi manca un tassellino’. Io ho negato, a un certo punto ho detto ‘Ho dato un bacio a Riccardo Scamarcio’. Lui è impazzito, è uscito fuori dalla macchina e mi ha vomitato un sacco di parolacce“.

Il “patto machista” e la gogna mediatica

Io ho scoperto di essere stata con un bluff“, conclude ora Clizia Incorvaia, “Non potevo stare più zitta dinanzi a questa gogna mediatica a cui lui mi ha sottoposta“. Riccardo Scamarcio, puntualizza la modella, non ha avuto il coraggio di replicare. Tra lui e l’ex marito ci sarebbe un “bravo patto machista” per addossare a lei la colpa di tutto.

Ha replicato l’amico di Scamarcio“, spiega Incorvaia, “Forse nega perché Francesco crede che non c’è stato soltanto un bacio. Lui era il suo migliore amico, ma Francesco mi ha tradito con tutta Italia. Si è fatto le sue storie dopo e durante il matrimonio, dovrebbe solo dirmi grazie, io ho avuto le palle di dire la verità“. Secondo la modella il marito, definito un “maschilista”, accusa il colpo all’ego: “Ho ferito solo l’ego dell’artista, un narcisista, l’ho colpito nel suo orgoglio di maschio. Non esiste che nel 2020 una donna debba subire del bullismo mediatico, ho avuto gente che mi diceva che dovevo bruciare all’incendio, lui ha fatto tutto questo alla madre di sua figlia“.