mercedesz henger

Lucas Peracchi, da un anno e mezzo compagno di Mercedesz Henger, risponde alle dichiarazioni di Eva Henger. L’ex naufraga ha lanciato pesantissime accuse contro il genero tra cui anche quella di aver alzato le mani sulla figlia Mercedesz. Le dichiarazioni della Henger sono state negate dalla coppia, ospite a Domenica Live. Una faida familiare in piena regola combattuta su gionarnali e tv che ha portato Mercedesz ad avere un malore in diretta.

Lucas Peracchi nega tutto

Mercedesz e Lucas convivono ufficialmente da ieri a Castell’Arquato, borgo medievale in provincia di Piacenza. Scegliere di vivere insieme a lui “È stato un bellissimo gesto da parte di Mercedesz“, dichiara Lucas.

E sulle accuse di Eva Henger commenta: “Ho un carattere particolare, ho tantissimi difetti, sono orgoglioso, istintivo. Su questo la signora Eva ha ragione, devo maturare a 30 anni, però arrivare a dichiarazioni così forti mi sembra un tantino eccessivo“.

La stima per la suocera è poca: “È una persona che tiene il cane in uno sgabuzzino perché è brutto. Ho esagerato a dire ‘torturatrice’ di animali, ma diciamo che non gli affiderei il mio cane“, accusa. Riguardo alla Storia su Instagram in cui è andato un tantino oltre spiega: “Ho dovuto chiedere scusa a Mercedesz, ho aggiunto che era un periodo un po’ difficile per me“.

Peracchi nega di aver mai picchiato Mercedesz, con cui dichiara di avere una storia solida e assolutamente non violenta.

Mercedesz: con Lucas storia da favola

Mercedesz interviene spiegando che la madre avrebbe anche plagiato il fratello per farlo stare dalla sua parte. “Riccardino ha avuto dei problemi. Io riconosco questo suo atteggiamento quando perde le staffe, chissà quante cose gli sono state dette da mia madre dietro le quinte“, è la critica della modella, “Il motivo per cui io non ho più parlato con mio fratello è che mentre io piangevo lui andava a fare altre cose.

Io piangevo perché mi faceva male che io e Lucas ci eravamo lasciati e lui andava a fare le sue cose. Per quanto sono stata male non mi è arrivata nemmeno una telefonata. Rinfacciarmi che sono andata da loro, ma che schifo è?“.

Con il 30enne, nonostante le dichiarazioni della famiglia, spiega che le cose sono una favola: “Io sono venuta perché volevo mostrare il mio sostegno a Lucas, noi rimaniamo forti, cerchiamo di continuare a sorridere e a vivere la nostra vita“.