Mario Biondo e sua moglie nel giorno del matrimonio da favola a Taormina

È arrivato il risultato degli esami autoptici effettuati sul corpo di Mario Biondo. Il giovane cameraman morto nel 2013 è stato ritenuto, anche questa volta (si trattava della terza autopsia) vittima di suicidio.

La famiglia di Mario Biondo è senza parole. Da quando il figlio 30enne è morto non si capacitano del fatto che davvero possa essersi tolto la vita ed hanno sempre sospettato che il suicidio sia stato simulato. Giovane, di successo, innamorato e sposato, Mario Biondo sembrava non avere macchie nella sua vita, né motivi per decidere di farla finita.

Inoltre, la disposizione del corpo non ha mai convinto la famiglia: Biondo era stato trovato accasciato e appoggiato a una libreria, con una sciarpa al collo appesa al mobile.

L’impressione è stata che l’uomo si fosse impiccato, ma alcune perizie hanno rilevato che sarebbe stato alquanto anomalo come suicidio, visto che il peso del corpo (Mario Biondo era un ragazzo alto e di costituzione robusta) avrebbe dovuto far cedere il mobile e farlo cadere, o quantomeno ci sarebbero dovuti essere dei danni.

Le parole della famiglia

Urbanpost ha riportato le parole affrante della madre dell’uomo, Santina D’Alessandro. “ci è stata consegnata la copia della consulenza medico legale, le cui conclusioni propendono incredibilmente per il suicidio.

Nei prossimi giorni avremo modo di comunicarvi le osservazioni dei nostri consulenti di parte, ai quali abbiamo già consegnato il dossier. In questo momento così delicato, vi preghiamo di non chiederci ulteriori notizie, se non dopo essere effettuati i dovuti riscontri”. La nuova autopsia era stata richiesta dalla procura di Palermo.

Mario Biondo era sposato con Raquel Sanchez Silva, conduttrice spagnola di successo. La famiglia di Biondo ha ipotizzato che la donna (che nel frattempo si è rifatta una vita) possa aver avuto un ruolo nella morte dell’uomo. Poco tempo da Santina DAlessandro aveva dichiarato: “La verità sulla morte di mio figlio è vicina.

Presto Mario Biondo avrà giustizia. Chi si è arrogato il diritto di togliergli la vita dovrà pagare il conto con la giustizia” palesando quanto la famiglia  riponesse grandi speranze in questi nuovi esami autoptici.