I delfini di fiume dell’Amazzonia a rischio estinzione. La causa: contaminazione da mercurio usato dalle compagnie minerarie. La denuncia del WWF (Immagine di repertorio)

I delfini di fiume dell’Amazzonia sono a rischio estinzione. La causa, ancora una volta, sembrerebbe l’attività dell’uomo. È quanto denunciato dal WWF e da altre associazioni ed enti di ricerca sudamericani. Il grave pericolo in cui versano i delfini sarebbe infatti il mercurio che le compagnie minerarie della zona utilizzano per separare l’oro dagli altri elementi. Mercurio che poi si riversa nei fiumi e nei torrenti che attraversano la foresta amazzonica, andando a contaminare la flora e la fauna locale. Il polmone verde del pianeta, flagellato già dal disboscamento e dagli incendi, sta affrontando un’altra grave crisi ambientale.

La denuncia del WWF

Il WWF brasiliano denuncia la situazione allarmante nel rapporto “Fiumi Sani, Persone Sane”.

Il mercurio che le compagnie minerarie usano per le loro attività finirebbe nei corsi d’acqua che attraversano l’Amazzonia, con conseguenze devastanti per gli animali che vivono nel grande polmone verde della Terra. Fra questi, una delle specie più a rischio è quella dei delfini di fiume. Come se ciò non bastasse, il rapporto del WWF mette in luce un’altra problematica collegata. I delfini di fiume amazzoni sarebbero infatti isolati dalla costruzione di troppe centrali idroelettriche. Ciò comporta due conseguenze nefaste per la specie: la disconnessione con le zone dove trovano cibo e l’elevato numero di esemplari morti (soprattutto giovani) a causa delle turbine idroelettriche.

Il mercurio poi non è pericoloso solo per i delfini, ma anche per noi umani.

Delfini rosa: la specie a rischio estinzione

Un team di ricercatori ha condotto uno studio sui delfini di fiume fra il 2017 e il 2019. La squadra di ricerca ha potuto monitorare gli animali tramite dei trasmettitori satellitari. La zona che ha interessato la ricerca comprende un’area fra Bolivia, Brasile, Perù e Colombia. Il risultato dei loro studi illustra le responsabilità umane nell’aggravarsi delle condizioni di vita dei delfini.

In particolare, i più colpiti sarebbero i delfini del fiume Orinoco, che bagna Colombia e Venezuela. Qui, a quanto denuncia il WWF, le estrazioni minerarie avvengono illegalmente, e il risultato è che tutti i delfini della zona risultano contaminati dal mercurio. La specie più a rischio estinzione è quella del delfino Inia, meglio noto come delfino rosa. La sua salvezza dipenderà dalle misure che verranno prese in futuro.