elisabetta gregoraci

Elisabetta Gregoraci è ospite di Vieni da me, il programma di Caterina Balivo. L’attrice ha parlato della sua ultima fatica cinematografica, Aspromonte – La terra degli ultimi, girato proprio nella sua Calabria. Gregoraci ha raccontato anche della sua infanzia e del suo essere madre oggi: con Nathan Falco Briatore è decisamente apprensiva, soprattutto per via dello spirito avventuroso del figlio.

Elisabetta Gregoraci era un “maschiaccio”

L’attrice a Caterina Balivo, che in passato non ha esitato a prendere le sue difese, racconta della sua adolescenza e del primo amore, Gennaro: “Questi grandi amori poi rimangano, io sono ancora in contatto con i miei ex fidanzati“, svela.

Elisabetta Gregoraci è soddisfatta della sua gioventù, che definisce “bella, spensierata, in Calabria. Io ero un maschiaccio. Facevo tutte le cose che fanno i maschietti: giocavo con le macchinine, sono piena di cicatrici di quando cadevo con la bici. Giocavo anche a calcio, ero attaccante“.

Il suo fan più critico è Nathan Falco

L’attrice svela qualche segreto della sua vita da madre: “Ho girato con questo bambino, Francesco. Nathan era anche un po’ geloso perché stavo sempre con lui“. Il figlio, avuto con l’ex marito Flavio Briatore, è un suo fan ma non fa sconti: “Il film non l’ha ancora visto.

È sempre un po’ preoccupato, perché quando ho interpretato Mata Hari ho fatto una brutta fine. Lui ha visto tutto il film, è stato bravissimo. Poi ha visto un altro film dove la mamma era abbastanza tosta. Lui mi guarda, è abbastanza critico, poi mi fa i complimenti alla fine, me li devo sudare“.

La Gregoraci confessa che il figlio non gli fa mancare l’ansia: “Sono una mamma apprensiva, però sai, sono maschietti. Non sta mai fermo“. Racconta che proprio il giorno dell’intervista ha avuto il batticuore per un infortunio di Nathan per cui è stata chiamata dalla scuola: “Si è fatto male oggi a scuola mentre giocava a calcio.

Quando chiamano da scuola è sempre così. Ha 9 anni ma è un gigante“.

I ricordi della Calabria e il film: “Ero terrorizzata”

L’attrice ha fatto parte del cast del film Aspromonte – La terra degli ultimi, di Mimmo Calopresti: “L’abbiamo girato in Calabria, la mia terra. È stato molto bello, una storia intensa. Io sono calabrese, ma non ero mai stata nell’Aspromonte. Ho ritrovato la pace dei sensi, posti suggestivi“, racconta. Gregoraci però è stata un po’ intimidita dal regista: “Mimmo Calopresti è una persona molto carismatica. Il mio primo provino con lui ero un po’ terrorizzata. Il primo incontro mi disse ‘Questi capelli sono troppo perfetti, i denti troppo bianchi. Domani appena ti svegli, vieni da me’. Sono andata completamente struccata“.

Il film le ha dato modo di rivivere alcuni ricordi della sua infanzia, come nella scena in cui lava i panni nel fiume: “Sono tornata indietro nel tempo. Con nonna Angela facevo sempre questa cosa, lavare i panni al fiume. Ricordo l’acqua gelida, ma io non vedevo l’ora di mettere le mani dentro e lavare con la nonna questi panni“.