costanza caracciolo primo piano

L’ex velina Costanza Caracciolo annuncia la sua seconda gravidanza insieme a Bobo Vieri, dopo la nascita di Stella circa un anno fa. Caracciolo ha dato notizia del lieto evento a Verissimo, nel salotto di Silvia Toffanin. Voci di una nuova gravidanza della coppia già da tempo affollavano il gossip, ma la showgirl ha deciso di dare conferma quando si è sentita sicura. Nel passato di Costanza Caracciolo infatti c’è già stata un’esperienza durissima, dopo che la notizia della sua gravidanza trapelò poche ore prima che lei perdesse il bambino.

Costanza Caracciolo a Verissimo: “Aspetto una femmina

Costanza Caracciolo è raggiante insieme a Silvia Toffanin, mentre dà l’annuncio di una nuova gravidanza.

Aspetto una figlia femmina. Siamo felicissimi, non vediamo l’ora! Ci tenevo a essere sicura di tutto prima di annunciarlo perché tre mesi sono troppo pochi. Adesso sono entrata nel sesto mese di gravidanza“, ha raccontato a Verissimo, in onda domani pomeriggio.

L’ex velina parla anche del marito Bobo Vieri, che racconta come un padre al colmo della gioia: “È un padre meraviglioso. Penso che con la prossima nascita impazzirà totalmente.

All’inizio pensavo che anche un maschietto non mi sarebbe dispiaciuto, ma lui diceva che con due femmine sarebbe stato meraviglioso, in effetti devo dire che va benissimo così“.

La felicità per la notizia

Dopo l’annuncio in tantissimi hanno scritto a Costanza Caracciolo per farle gli auguri, come racconta lei stessa su una delle Stories di Instagram. “Mi state scrivendo veramente in tantissimi, per cui sono sicura che in questo periodo avremo modo di confrontarci con tutte le future mamme“, ha assicurato.

Insieme a lei si intravede anche la piccola Stella, che per decisione dei genitori non comparirà sui social, almeno non di viso.

La primogenita ha compiuto da poco un anno, un vero e proprio traguardo, come lo descrive Costanza Caracciolo: “È una piccola parte di tempo che però racchiude un grande amore e immensa gioia che ha portato e da cui è circondata“.