la regina elisabetta e harry e meghan in carrozza

L’annuncio dell’addio di Harry e Meghan alla Royal Family è sicuramente una delle notizie più dibattute degli ultimi giorni e non solo entro i confini di Buckingham Palace. Una brexit regale che ha destabilizzato la famiglia Windsor e che ha particolarmente amareggiato l’entourage, tra cui anche il fratello del principe Harry, il principe William. Di questi momenti il “via libera” da parte della Regina Elisabetta.

Harry e Meghan, l’addio col sostegno dei Windsor

Arriva in questi momenti il comunicato ufficiale da parte della famiglia Windsor che ha deliberato circa la decisione, annunciata qualche giorno fa dal Principe Harry e la moglie Meghan Markle, di rinunciare allo status di “senior royals, togliendosi così dalla linea di successione al trono d’Inghilterra.

Un’indipendenza agognata dalla coppia sia dal punto di vista sociale quanto economico e che li ha spinti a chiamarsi fuori dai giochi, rinunciando così anche a tutti i compiti che sono soliti storicamente spettare ai membri della famiglia reale. Dopo una lunga riunione a cui hanno preso parte tutti i membri più anziani della famiglia, si è deliberato sul “via libera” con tanto di dialogo costruttivo che vede accompagnare all’uscio la coppia.

Il comunicato stampa della royal family

La famiglia, riunitasi, ha così deciso di appoggiare il Principe Harry e Meghan Markle che hanno chiesto più libertà e la possibilità di potersi costruire un nucleo familiare a sé stante, svincolato da Buckingham Palace. Al momento, stando a quanto diffuso dai reali attraverso un comunicato stampa diffuso anche sui principali canali social, la coppia vivrà tra il Canada e il Regno Unito e si prospettano ancora diversi cambiamenti che verranno affrontati nel corso dell’evoluzione degli eventi.

Si è conclusa così dunque la riunione, durata all’incirca 2 ore in quel di Sandringham. Estrapolando sempre quanto si legge dal comunicato stampa: “Noi avremmo preferito che essi rimanessero membri a tempo pieno della Royal Family, ma ne rispettiamo e comprendiamo il desiderio di vivere in modo più indipendente la loro vita, pur rimanendo parte apprezzata della mia famiglia“.