Junior Cally a l'Altro Festival

Il polverone mediatico che si è scatenato come una tempesta intorno alla settantesima edizione del Festival di Sanremo sembra non volersi placare. A partire dalle dichiarazioni di Amadeus, seguite dai forfait di Salmo e Monica Bellucci, culminate con le proteste intorno alla partecipazione tra i big del rapper Junior Cally. Quest’ultimo è stato contestato a causa dei suoi testi, considerati misogini e inneggianti all’odio e alla violenza verso le donne. Il rapper però non ci sta e ha deciso di dire la sua.

Junior Cally mette a tacere le polemiche

Con tre Instagram Stories di testo, il rapper Junior Cally ha commentato, con l’intento di mettere un punto fine, tutte le polemiche sul suo conto.

È da qualche giorno che rifletto su quanto sta accadendo intorno a me. Quello che accade è che moltissime persone si sono sentite offese da alcuni testi da me composti in passato e dalle immagini che li hanno accompagnati”, ha esordito il rapper. “Ho provato a spiegare che era un altro periodo della mia vita e che il rap ha un linguaggio descrittivo, nel bene e nel male, e rappresenta una cruda realtà come fosse un film”.

A Sanremo solo musica

Il cantante si è scusato, affermando di sentirsi dispiaciuto se i suoi testi possano o meno aver ferito qualcuno perché non era questa la sua intenzione. L’artista 28enne ha spiegato che “Purtroppo moltissime persone, forse che si avvicinano al rap per la prima volta, si sono sentite ferite. (…) La cosa più importante che voglio ribadire è che la musica mi ha dato una speranza e mi ha salvato la vita in un momento in cui avevo una marea di problemi.

Ed è solo la musica che voglio portare sul palco di Sanremo”.

Contro la violenza sulle donne

Junior Cally ha voluto poi specificare che trova intollerabile la violenza sulle donne. “Trovo insopportabile la sola idea della violenza contro le donne, in ogni sua forma” ha scritto, “Sono un ragazzo, un uomo che fa del rispetto, non solo delle donne ma degli esseri umani, uno dei suoi valori cardine”. 

Junior Cally, che nella vita reale si chiama Antonio Signore, è un 28enne che come punti di riferimento al momento ha due donne; la mamma e la fidanzata.

Mia mamma Flora è la persona più importante della mia vita e, da qualche mese, c’è Valentina al mio fianco. Siamo complici, amici, ci amiamo e rispettiamo”. Sono questi dunque i valori che il rapper vuole portare al Festival di Sanremo, niente testi con la dicitura EXPLICIT, solo la vita di Antonio, in arte Junior Cally.