donna con la calcolatrice

Un nuovo comunicato dell’Agenzia delle Entrate informa i cittadini italiani circa le novità legate all’esenzione dal canone Rai. Coloro che hanno più di 75 anni potranno esimersi dal pagamento della tanto criticata imposta della televisione pubblica italiana. La richiesta dovrà essere effettuata entro il 31 gennaio 2020.

Esenzione dal canone Rai: scadenze e reddito

La nota tassa della Rai, fino al  2016 la più evasa in Italia, ha attualmente un valore di 90 Euro, ma qualcuno potrà sottrarsi al pagamento se rispetterà le scadenze deliberate. Le persone che hanno compiuto almeno 75 anni avranno infatti la possibilità di richiedere l’esenzione, è però essenziale possedere un reddito non superiore ad 8mila Euro ed inviare la richiesta entro il 31 gennaio.

Il limite di reddito dunque è maggiore rispetto a quello dello scorso anno, fissato a 6.713,98 Euro. L’agevolazione sarà applicata sull’intero anno solo se il compimento del 75esimo compleanno è avvenuto entro il 31 gennaio, nel caso in cui fosse avvenuto dal 1° febbraio al 31 luglio essa sarà valida solo per il secondo semestre. Nell’eventualità in cui non si compilasse la domanda in tempo sarà comunque possibile ottenere un rimborso per il periodo trascorso.

Come richiedere l’esenzione dal canone Rai

Per ottenere l’esenzione i cittadini con età e reddito idonei potranno compilare il modello di dichiarazione sostitutiva fornito dall’Agenzia delle Entrate o il modulo di rimborso della quantità di denaro eventualmente già pagata. La dichiarazione sostitutiva e la richiesta di rimborso potranno essere inviate tramite 3 modalità:

  • la spedizione postale tramite raccomandata, senza busta e con copia di un valido  documento di riconoscimento, all’indirizzo Agenzia delle Entrate-  Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino
  • L’invio, con firma digitale, all’indirizzo di posta elettronica   [email protected]
  • La consegna presso un ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate

Chi possiede i requisiti dovrà dunque provvedere il prima possibile a scegliere tra le 3 opzioni, evitando così il pagamento dei “canonici” 90 Euro.