Amadeus e Roberto Benigni

Sanremo 2020, Roberto Benigni ospite della terza serata del Festival della canzone ha portato sul palco dell’Ariston il Cantico dei Cantici. L’attore toscano ha telefonato ad Amadeus: “Il Festival può reggere anche il Cantico dei Cantici, è la cosa più straordinaria scritta della storia dell’umanità“.

Benigni in vivavoce in conferenza stampa

Amadeus, che era in conferenza stampa al momento della chiamata, ha messo in vivavoce Benigni: “Ieri sera è stato bellissimo averti vicino. Sei tu che ispiri poesia. È tutta colpa tua. Sei il più grande conduttore che ho mai visto“. Infatti, il successo di Amadeus, ha visto numeri che non si vedevano dal 1997.

L’Auditel, la società che rileva i dati di ascolto, ha comunicato i dati della terza serata di Sanremo, seguita da 9.836.000 spettatori, pari al 54,5% di share.

Dopo essere tornato in tv dopo tanto tempo e a Sanremo dopo ben nove anni, Benigni è molto emozionato: Non ho dormito neanche un secondo ripensando a quelle emozioni di ieri sera per quello che ho fatto. Grazie. Un’emozione enorme.” Amadeus ha risposto: “Devo dire che è stato un momento bellissimo e io sono onorato della tua presenza al Festival di Sanremo.” E poi ha raccontato alla platea di giornalisti: “Quando ci siamo incontrati in un bellissimo e amichevole pranzo, qualche tempo fa, mi ha detto: ‘Io sarò al tuo Sanremo’ e già quello per me era una vittoria.

Ringrazio la Rai per la spunta finale”

Il direttore artistico e conduttore di questa edizione con ascolti da record, esprime ciò che ha provato: Sono commosso di quello che sta accadendo. Quando accade è perché hai pensato a qualcosa che ha funzionato, ma anche perché le persone che hai intorno si fidano.

Fare un festival così era un desiderio che avevo da agosto. Ringrazio la Rai per la spunta finale decisiva e tutto il supporto”.