levante canta a sanremo

Levante, dopo il vociferare sulla dedica silente fatta da Diodato all’interno della canzone vincitrice del 70esima Festival di Sanremorompe il silenzio e pubblica un post su Instagram che lascia spazio a poche interpretazioni. 

La fine della storia d’amore tra Levante e Diodato

Per Levante e Diodato non sarà stato facile ritrovarsi dietro le quinte del più importante festival della canzone italiana. La loro storia d’amore non è mai stata sotto i riflettori, i due cantanti hanno preferito viverla nel completo anonimato.

Poche sono le indiscrezioni rilasciate dai due artisti, come la dedica fatta da Levante nel testo della sua canzone Antonio, che recita così: “Tu, il battito che non rallenta mai, quanto rumore fa un sospiro dentro a un corpo solo?

Se apro le braccia volo. Antonio mi fai benissimo, bene così. Ma non chiedermi perché è successo, l’amore ti succede senza spiegazioni”. Una sola cosa è certa: il loro amore, durato circa 2 anni, è arrivato alla fine.

La frecciatina di Levante su Instagram

Al primo ascolto della canzone di Diodato Fai Rumore, vincitrice del Festival di Sanremo, molti si sono chiesti se le sue parole non fossero dedicate proprio a Levante.

Anche Mara Venier, assidua spettatrice del Festival, in una puntata di Domenica In, senza troppi giri di parole, aveva espresso i suoi dubbi a Diodato. In quell’occasione il cantante aveva confermato il sotto testo letto dalla conduttrice, negando il tutto qualche giorno dopo. 

post di Levante su Instagram
Il post di Levante pubblicato su Instagram

Sembra che Levante abbia rotto il silenzio con un post Instagram. La cantante, al secolo Claudia, con le parole della canzone Fai Rumore pubblicata nell’album Magmamemoria del 2019, esordisce dicendo: “Dopo l’esperienza indimenticabile di Sanremo mi risuona una musica in testa che recita: ‘Mi ricordi che il rancore non è mai servito a niente, e invece è utile a saper distinguere l’amore dal rumore, un cuore da un c*******, milioni di parole.

A non rivederci Roma, rinunciamoci, via il tuo nome, via ogni parte di te’. Vado verso Palermo, in questo 13 febbraio. Il mio viaggio verso la mia isola sembra profetico”. A noi non resta che ascoltare le loro canzoni e sperare che ci venga tolto ogni dubbio.

Approfondisci

Tutto sul Festival di Sanremo

Fiorello su Sanremo: “Non escludo di tornarci come cantante in gara”

Marco Sentieri e il bullismo: “L’ho affrontato sulla mia pelle”

Bugo dopo la lite con Morgan: l’invito nel sabato sera di Rai 1