Tragedia di Piazza San Carlo

Sono in totale 9 le persone per le quali si è deciso, in quel di Torino, per il rinvio a giudizio in ambito dell’inchiesta sui fatti accaduti in Piazza San Carlo nel 2017, durante la proiezione della finale di Champions League Juventus – Real Madrid.

Piazza San Carlo, migliaia di feriti e 2 morti

Il 17 maggio scorso erano state emesse 4 condanne a carico della banda dello spray, accusati di omicidio preterintenzionale per quanto accaduto in piazza San Carlo, a Torino, il 3 giugno del 2017. Era in corso la finale di Champions League disputata tra Juventus e Real Madrid quando all’improvvisò si generò il caos nella piazza, un caos inaspettato e inspiegabile che scatenò il panico a tal punto da provocare un fuggi-fuggi generale e violento dalla piazza che in pochi attimi si svuotò diventando un campo da guerra seminato da cocci di vetro e scarpe di chi, correndo via, le aveva perse.

Uno scenario drammatico in cui perse la vita Erika Pioletti, schiacciata dalla calca, e ad un anno e mezzo di distanza anche Marisa Amato, gravemente ferita e immobilizzata a letto sino allo scorso gennaio.

9 rinviati a giudizio: il processo il prossimo giugno

Di oggi la notizia che saranno 9 le persone rinviate a giudizio per decisione del Gup, Maria Francesca Abenavoli. Ha avuto termine oggi l’udienza preliminare che ha visto epilogo nella decisione di procedere nei confronti degli indagati per disastro e omicidio colposo in relazione, si legge su SkyTg24, alle presunte lacune nell’organizzazione e gestione dell’evento. Alla sbarra, tra i 9 imputati che dovranno presenziare nell’aula a processo il prossimo 25 giugno, ci saranno Roberto Dosio, viceprefetto e Michele Mollo e Alberto Bonzano, dirigenti della Questura.