Cronaca

Morto per il Coronavirus il direttore dell’ospedale di Wuhan

Sono oltre 1800 ora i morti per il nuovo Coronavirus, Covid-19. Tra di loro, viene riportato anche il direttore dell'ospedale di Wuhan, la città focolaio dell'epidemia
Morto in ospedale

Continua a crescere il drammatico bilancio dei morti e dei contagi per il Coronavirus. Di ieri la notizia che potrebbe esserci il primo italiano contagiato, ma oltre a questo e ai bollettini dell’Oms, viene anche riportata anche la notizia di un’altra vittima particolare: è morto il direttore dell’ospedale di Wuhan, contagiato anch’esso dalla malattia.

Deceduto il direttore dell’ospedale

La notizia è rilanciata da numerose fonti, che riportano bollettini internazionali e la tragica scomparsa di un altro dei “protagonisti” in prima linea nell’epidemia da Coronavirus.

Si tratta di Liu Zhiming, direttore del Wuchang Hospital di Wuhan, la città focolaio di questo nuovo virus che ha messo in allarme il mondo intero tra dicembre e gennaio.
Secondo le fonti, Liu Zhiming aveva 51 anni e sarebbe morto per il Coronavirus nella mattinata di oggi (orario della Cina).

Morto anche un infermiere

Le stesse fonti riportano che non si tratterebbe del primo membro del personale ospedaliero a morire per il Coronavirus in quello stesso ospedale. Ansa riferisce infatti che venerdì scorso anche un 59enne infermiere sarebbe morto a causa del Covid-19, il nome ufficiale del Coronavirus.


La notizia della loro morte fa seguito a quella del dottor Li Wenliang, il medico 34enne che tra i primi ha lanciato l’allarme, senza che tuttavia sia stato debitamente ascoltato.

L’ultimo bollettino: oltre 1800 i morti

Intanto, i numeri del Covid-19 continuano a crescere.

Lo fanno di ora in ora e tra un bollettino ufficiale dell’Oms e l’altro aumentano sia i morti che i contagi. Secondo il report di ieri, erano oltre 70mila i casi riportati e 1.772 i morti. Tuttavia, questa mattina numerose fonti alzano ancora il tiro.

Repubblica riporta che ora sarebbero già 1.873 i morti da Coronavirus.
La stessa testata rilancia però l’invito alla calma da parte dell’Oms, che sottolinea come le percentuali di contagio siano ancora basse, così come la mortalità.

Fuori dalla Cina continuano a essere meno di 1000 le persone contagiate, con soli 3 casi di decessi riportati dall’ultimo bollettino Oms.

Potrebbe interessarti