Costantino Della Gherardesca con le braccia aperte

Tutto pronto per una nuova e imperdibile puntata di Pechino Express 8, l’adventure game di Rai2 condotto da Costantino Della Gherardesca che ha recentemente parlato ai microfoni di Fanpage.it divagando sulla sua vita privata ma anche sulla sua carriera televisiva.

Il segreto di Pechino Express 8

Pechino Express 8 continua a volare in termini di ascolti e merito, gran parte, è sicuramente delle accattivanti coppie in gara ma anche merito di un conduttore capace di tirare le fila del gioco in maniera impeccabile. Soffermandoci proprio sul successo di questa corrente edizione di Pechino Express, lo stesso Costantino Della Gherardesca così spiega il suo ingrediente segreto: “C’è da dire che c’è anche il fascino di un Paese come la Cina che fa la sua parte con la sua geografia immensa, il fatto di essere una potenza mondiale con province diversissime“, racconta il conduttore che cita però anche la complicità di una struttura cambiata e rinnovata.

La dinamicità come punto di forza

Ovviamente però, lo stesso Costantino Della Gherardesca chiosa circa Pechino Express, contestualizzandolo nel panorama televisivo dal respiro nazionale: “Non esiste più la ‘casalinga di Voghera’ che accetta qualsiasi cosa, bisogna fare tv di qualità.

Se questa signora vede prima una fiction americana realizzata con milioni di dollari, di qualità, e poi gli proponi uno studio televisivo di plastica con persone messe lì, così, la prima cosa che pensa è ‘cos’è questa m**da?!“.

A favore di un adventure game che permette di “visitare” il mondo giocando, stimolando al massimo percezioni, curiosità e fantasia, per Costantino Della Gherardesca ha un ruolo importante la diversificazione rispetto a molti contenuti che vengono promossi dalle reti e più un generale dalla televisione: “I giornalisti spesso raccontano il gossip e non il mondo.

Secondo me, il dramma è nato negli Usa e si è propagato anche in Italia. Il giornalista ha smesso di fare informazione ed è diventato una celebrity quindi è partita la cultura del ‘like’ con la voglia di diventare più famoso possibile. La fama non la ottieni parlando dei fatti del mondo, ma di gossip e politica interna italiana“.

Della Gherardesca: “Prendevo psicofarmaci, dicevo cose scomode

Fantasticando sul futuro, il conduttore non esclude che Pechino Express potrebbe affacciarsi a nuove mete esotiche come l’Iran o l’India: “Mondi con storie e culture più antiche ancora della nostra.

Paesi con mille sfumature di grigio, molto più complesse e barocche dell’Europa. E poi sono sono molto colorati e c’è di tutto, secondo me dal punto di vista televisivo funziona“. Ma non si parla solamente di tv e successo mediatico a Fanpage.it che gli ha rivolto domande anche dal taglio più intimo e personale come i suoi pregressi problemi legati al fisico e al peso: “Quando sono andato in tv sono ingrassato brutalmente, anche perché prendevo psicofarmaci, dicevo delle cose scomode e impopolari, fo**endomene delle conseguenze.

Ricevevo all’inizio messaggi pesantissimi, c’era mi scriveva ‘f*ocio, ciccione di me**a, muori’… Diciamo che ho pelo sullo stomaco e sono meno sensibile rispetto ai ventenni di oggi, forse, sul tema che esiste e c’è“.

E sempre sul suo percorso di vita personale, così avanza Della Gherardesca: “Io sono dimagrito per ragioni di salute perché soffrivo di apnea nel sonno, cosa che succede a chi è in sovrappeso. Se un mio famigliare dovesse pesare 300 kg non gli farei un discorso estetico, quanto di salute perché nuoce dal punto di vista endocrinologo ed espone una persona a ictus, diabete e altre cose negative“.

Approfondisci

Asia Argento in lacrime lascia Pechino Express: frattura al ginocchio e nuova coppia

Pechino Express 2020: chi sono le coppie protagoniste?

Il ritorno di Pechino Express: la sua formula segreta per il successo