Bruno Vespa

Dopo lo stop della messa in onda, torna Porta a Porta, programma storico di Bruno Vespa su Rai 1.

La decisione della sospensione aveva fatto andare su tutte le furie lo stesso conduttore, che aveva parlato di una decisione politica e non legata all’emergenza Coronavirus.

L’attacco di Vespa alla Rai: “Decisione politica

Nella serata di ieri martedì 17 marzo è tornato in onda il talk politico Porta a Porta. La messa in onda era stata sospesa dopo che il segretario del PD Nicola Zingaretti, che era stato ospite pochi giorni prima, si era sottoposto al tampone risultando positivo al Covid-19.

La sospensione del programma non era andata giù al padrone di casa che aveva usato parole durissime nei confronti della direzione Rai, insinuando una cospirazione di natura politica. “È sconcertante che, mentre il Paese chiede sempre più informazione si chiuda una trasmissione importante senza un motivo ragionevole – aveva commentato Vespa – Debbo purtroppo concludere che la direzione aziendale ha tenuto conto del parere del segretario Usigrai che da sempre considera ‘Porta a porta’ un abuso. Ma questo dà alla decisione un sapore politico che mi preoccupa.

La risposta della Rai e la riapertura del programma

Attraverso un comunicato la Rai aveva risposto alle accuse mosse dal celebre conduttore. “La scelta di applicare disposizioni prudenziali, com’è ovvio, è una decisione aziendale totalmente autonoma e indipendente. In un momento così delicato e difficile per tutto il Paese, la Rai ha bisogno dell’unità e della compattezza di tutte le sue risorse per essere in linea con le necessità e le aspettative dei cittadini”, era stata la replica della dirigenza Rai.

Dopo quindi il periodo di isolamento, la Rai ha riaperto i battenti dello storico programma che è tornato in onda ieri sera. Nel corso della puntata si è ovviamente continuato a parlare dellemergenza Coronavirus che ha paralizzato l’Italia intera e sta preoccupando anche il resto d’Europa e del mondo.

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus

Coronavirus, Zingaretti dalla quarantena: “È il momento della responsabilità”

Coronavirus, scuola: la decisione sul recupero delle lezioni ed esami di Stato