medici in corsia in ospedale per l'emergenza da coronavirus

Commuove proprio nei giorni in cui si celebra la festa del papà la lettera che una donna ha scritto ai medici del Policlinico di Milano. Si tratta dello stesso ospedale in cui suo padre ha perso la vita a causa del Coronavirus. Lo stesso, però, in cui il genitore è stato circondato dall’amorevole affetto del personale medico e lei li ringrazia.

Coronavirus: la lettera ai medici dell’ospedale

Il mio papà ci ha lasciato ieri colpito dal virus da venerdì. Solo. Senza sua moglie, senza i suoi due figli a tenergli la mano.

Ma so che è stato circondato da tanta umanità”, scrive la donna. A raccontarglielo suo padre stesso che al telefono le diceva di quanto gli infermieri e i medici si prendessero cura di lui.

Lo facevano sentire a casa anche se a casa non era. Il padre le riferiva anche di quanto fosse difficile per l’ospedale gestire l’emergenza e di quanto corressero i medici per prendersi cura di ogni paziente. “Io lo so che correte. E ce la mettete tutta e vi ringrazio di cuore”, scrive la donna ai sanitari del Policlinico di Milano.

Le rinunce dei medici in corsia

La lettera è stata pubblicata online dall‘Irccs di via Sforza, giovedì 12 marzo. La donna spiega di essere madre anche lei, ma che, prima di tutto è stata ed è una figlia di due genitori meravigliosi. “Ora anche mia mamma è ricoverata e spero che ce la farà. Posso solo sperare, consapevole però che è in ottime mani”, prosegue, continuando a ribadire l’affetto e la fiducia nei confronti del personale medico.

Sottolinea poi la speranza di poterli abbracciare tutti, una volta finita l’epidemia e ringraziarli di persona per aver messo la vita degli altri davanti alla propria.

Un ringraziamento sentito, soprattutto con la consapevolezza che medici e infermieri sono protagonisti di molte rinunce in queste settimane, come la revoca delle ferie già concesse e il blocco di ulteriore concessione di ferie.

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus

Coronavirus, multati i clochard. Insorgono le associazioni

Coronavirus, Europei 2020 rinviati