militari dell'esercito

Pochissime le notizie che riescono a filtrare a riguardo in questi momenti ma sembra che i vertici si stiano movendo in Lombardia verso quella drastica decisione che prevedeva l’impiego dei militari per fronteggiare l’emergenza da Coronavirus.

Di fronte agli ultimi disarmanti dati strettamente legati alla diffusione del Covid-19 in Lombardia, la regione in assoluto più colpita, stando a quando lanciato in questi momenti da TgCom24, la Prefettura di Milano avrebbe dato il proprio via libera all’impiego di 114 soldati dell’esercito.

Coronavirus, ok all’impiego dell’esercito

Una richiesta fortemente caldeggiata in questi giorni dai presidente di Regione e numerosi sindaci che di fronte alle numerose infrazioni alle misure di restrizione e sicurezza per fronteggiare la proliferazione Covid-19 disposte dal Governo, avevano chiesto di potersi avvalere dell’esercito.

Militari che potessero affiancare le Forze dell’Ordine nel monitoraggio delle strade e dei cittadini finalizzati ad un più serrato controllo sull‘osservanza delle norme in vigore e che potrebbero, nei prossimi giorni, inasprirsi ancor di più.

Fontana: “Non è una vacanza che si va al parco

Troppe infrazioni, troppi “furbetti” dell’autocertificazioni, troppi cittadini che sottovalutano l’emergenza sentendosi in potere di trasgredire alle regole che vietano di uscire di caso se non in casi eccezionali e legati ad essenziali necessità.

Tra le prime personalità politiche che hanno caldeggiato l’impiego dei militari negli scorsi giorni c’è stato proprio Attilio Fontana, presidente della regione Lombardia, la più colpita in Italia. “Non è una vacanza per cui si va al parco, è una guerra“, aveva ammonito i suoi concittadini Fontana, invitandoli ad attendersi ai provvedimenti del governo.

E proprio nell’ultimo colloquio tra Fontana e Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio, è stata chiesta una stretta sulle misure di sicurezza: “In serata ho sentito il Presidente del Consiglio – dichiara Fontana su Facebook – Per chiedere nuove e più stringenti misure, dopo aver fatto presente la situazione sempre più grave che sta vivendo la Lombardia.

Utilizzo dell’Esercito come presidio, insieme alle Forze dell’Ordine, per garantire il ferreo rispetto delle regole vigenti, partendo dalle ‘corsette’ e dalle passeggiate in libertà“. Ma non solamente l’Esercito: tra le richieste di Fontana al Governo anche la chiusura degli studi professionali e degli uffici pubblici, il fermo dei cantieri e ulteriori “limitazioni delle attività commerciali.

post facebook di attilio fontana
Il post Facebook scritto ieri sera da Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia

Approfondisci

TUTTO SUL CORONAVIRUS

Coronavirus: Fca e Ferrari vogliono aiutare l’azienda che produce respiratori

Coronavirus, i coniugi cinesi sono stati dimessi dallo Spallanzani