Bugo e Morgan

Bugo e Morgan continuano ancora a lanciarsi frecciatine a distanza di più un mese dalla fine del Festival di Sanremo e dell’episodio che li ha riguardati. Questa volta a fare da cornice i social dei due cantanti, dai quali entrambi si dimenano con pungenti botta e risposta.

Bugo a Morgan:“Nano con il monopattino”

“Un’altra cosa di cui non mi stupisco più è la mia bellezza […] questo lo dico per far innervosire i polli che parlano a me di umiltà nani col monopattino figli di balconi decaduti. Questa volta è Bugo a dare il via alle danze, con la frase sopra citata scritta sul suo profilo twitter in cui chiaramente si fa riferimento al video che ormai virale in rete che riprende Morgan in giro per la città in monopattino mentre canta il testo rivisitato della loro canzone sanremese.

La risposta di Morgan, all’anagrafe Marco Castoldi, non ha tardato ad arrivare. Quest’ultimo, però, ha preferito utilizzare un altro social, il suo Facebook. Dopo aver ribattuto sulla questione dell’altezza, Morgan inveisce contro Bugo facendo chiari riferimenti alla sua carriera artistica: “Qui l’unico pollo è quello che non ha mica capito ancora perché la gente se lo ricorda.

Non è per la sua innegabile bellezza e neanche per la sua incantevole visione musicale. […] Ma… le brutte intenzioni la maleducazione. Insomma, Morgan lascia intendere che si parlerebbe di Bugo non per il suo talento musicale ma per l’episodio sanremese. Quale sarà la prossima mossa?

post facebook di Morgan

Quando Bugo lasciò il palco

La versione rivisitata di Sincero, il brano con cui Bugo e Morgan si sono presentati al Festival, è innegabilmente diventata più virale di quella originale. Il web ne ha fatto remix e meme, accrescendo la popolarità del brano di giorno in giorno.

Cos’era successo sul palco dell’Ariston? Durante l’esecuzione del brano della coppia, Morgan aveva cambiato il testo, inserendo frasi esplicitamente accusatorie nei confronti del collega. Bugo, offeso, aveva abbandonato il palco. I due, poi, sono stati squalificati per defezione. “Non potevo più rimanere lì sopra. Sapevo che avrei creato un problema alla Rai. Ma la mia prima reazione non è stata pensare che fosse stata una cazzata”, ha commentato quest’ultimo.