primi piani di michelle hunziker e giovanna botteri

Non si ferma l’onda di polemiche per il servizio di Striscia la Notizia su Giovanna Botteri, accusato di fare body shaming ai danni della giornalista. Dopo il comunicato stampa della trasmissione di Antonio Ricci, in cui si negava che il servizio fosse derisorio nei confronti di Botteri, arriva anche la replica di Michelle Hunziker.

La conduttrice sostiene la linea del programma che bolla come “fake news” l’intera vicenda. Il web non sembra però molto convinto dalla mossa di Striscia e della Hunziker, e continua ad inondare i social a difesa della giornalista.

Le critiche a Michelle Hunziker

La conduttrice è nell’occhio del ciclone dopo aver prestato la sua voce al famigerato servizio di Striscia su Giovanna Botteri. Michelle Hunziker avrebbe ironizzato sull’aspetto fisico della giornalista, inviata in Cina della Rai, e su alcuni dettagli del look considerato da alcuni “trasandato”.

I follower e non della signora Trussardi sono stati molto critici per il servizio, soprattutto alla luce del professato impegno per la difesa delle donne della conduttrice, che ha anche fondato una Onlus sull’argomento. C’è chi ha ricordato come di fronte alla gaffe di Amadeus durante lo scorso Sanremo, su Francesca Sofia Novello, Michelle Hunziker sia stata una delle prime a insorgere contro un linguaggio considerato sessista.

La difesa dopo le polemiche: “Polverone su fake news”

In un video sui social, Michelle Hunziker ha risposto alle polemiche. “Ho visto che si è alzato un polverone incredibile di una fake news totale. Dicono che noi abbiamo offeso pesantemente una giornalista che si chiama Giovanna Botteri, cosa assolutamente non vera. Noi di Striscia abbiamo mandato in onda un servizio a favore di questa giornalista dicendo che tanti media e molti social l’hanno presa in giro per il suo look.

E invece noi prendiamo atto del fatto che si è fatta un’ottima e una bellissima messa in piega. Questo non è attaccare una persona, ma è rimanere nei toni di Striscia come sempre soprattutto non è body shaming“.

La reazione dei social

Le piazze virtuali non sembrano aver preso bene le “non scuse” del programma e della conduttrice. Una grande riflessione sull’immagine delle donne professioniste, e soprattutto delle giornaliste televisive, è stata sollevata dalla stessa Giovanna Botteri che ha replicato con eleganza.

La replica di Giovanna Botteri al servizio di Striscia
La replica di Giovanna Botteri al servizio di Striscia

Alcuni professionisti dell’informazione si sono espressi sulle polemiche. Ciro Pellegrino ha commentato: “Ho letto la ‘spiegazione’ di Striscia La Notizia sul video che ridicolizza Giovanna Botteri per il suo aspetto. Era meglio chieder scusa e basta, anziché giustificare l’ingiustificabile. Ma a lorsignori tutto consentito è. Scusate ma questa animazione non è un insulto?“, riferendosi alla Botteri photoshoppata nella vasca da bagno.

Tweet di Ciro Pellegrino su Giovanna Botteri
Tweet di Ciro Pellegrino

Annalisa Cuzzocrea, firma di La Repubblica, ha preso le difese della collega: “Ho conosciuto Giovanna Botteri nella redazione Esteri del Tg3, ormai 20 anni fa.

Era inviata di guerra, sempre puntuale, sempre con una notizia, un racconto, una storia. È sempre stata la strafica che è. Da lei c’è solo da imparare“.

Tweet di Annalisa Cuzzocrea su Giovanna Botteri
Tweet di Annalisa Cuzzocrea

Meno composte le reazioni di molti altri utenti che hanno criticato l’impostazione della trasmissione basata appunto sull’aspetto delle donne, come dimostrerebbe il suo segno distintivo, le veline. Sicuramente, oltre le polemiche, potrà essere una scusa per riflettere sulle aspettative in merito all’aspetto che pesano ancora sulle donne nella società italiana.