primo piano vittorio brumotti

L‘inviato di Striscia la Notizia Vittorio Brumotti è stato nuovamente aggredito a Milano, mentre filmava un servizio sui pusher. Brumotti sarebbe stato colpito con un bastone e portato all’ospedale Niguarda.

Brumotti aggredito a Milano

L’aggressione all’inviato di Striscia la Notizia si è consumata a Porta Venezia, dove Brumotti stava filmando lo spaccio di droga. Un uomo lo avrebbe aggredito con un bastone alla testa e sarebbero intervenute le forze dell’ordine in suo soccorso. Le sue ferite non sarebbero gravi ed è stato registrato con un codice verde in ospedale.

Le minacce all’inviato di Striscia

Qualche giorno fa Vittorio Brumotti aveva raccontato i rischi del suo lavoro.

L’inviato sta filmando zone pericolose di Milano da solo, in sella alla sua bici: “‘Vai via da qui, infame!’, è così che mi ha accolto il proprietario di un bar in cui cercavo riparo dal tentativo di aggressione da parte di alcuni delinquenti di via Gola“, racconta.

A chi mi chiede chi me lo fa fare di rischiare la vita rispondo che la mia benzina sono le migliaia di segnalazioni che arrivano ogni settimana da cittadini esasperati di tutta Italia“, continua Brumotti, “Sento di fare qualcosa di utile per la gente.

Non sono un supereroe: cerco solo di fare del bene, ma ho paura anche io, specialmente di fronte a situazioni che non posso governare“.

Le precedenti violenze

Proprio per la sua battaglia contro i pusher di Milano, Brumotti è stato spesso oggetti di violenti attacchi. Lo scorso aprile è stato preso a sassate da alcuni spacciatori a Seggiano. A gennaio è stato accoltellato a Monza, sempre mentre realizzava un servizio sul traffico di droga in strada ma fortunatamente indossava il giubotto antiproiettile.

Anche un ragazzo della sua troupe è stato colpito alla gamba, dopo che gli spacciatori si sono accorti della telecamera nascosta.