wanda nara e maxi lopez

Si chiude la battaglia legale tra Wanda Nara e Maxi Lopez, che negli ultimi tempi con l’epidemia di Coronavirus e il trasferimento dell’argentina in Italia, si era fatta ancora più aspra. Il botta e risposta si è consumato fino al mese scorso.

Ora il tribunale si è espresso in favore proprio dell’opinionista del Grande Fratello Vip. Il calciatore invece sarà costretto, secondo verdetto, a risarcire la Nara per i mancati alimenti di 3.100 mesi per i figli nati dalla loro unione. La coppia, come è noto, ha avuto 3 figli Valentino, Costantino e Benedicto.

Mentre Wanda dall’attuale marito, Mauro Icardi, ha avuto altri 2 figli Isabella e Francesca.

Wanda Nara ottiene il risarcimento

La sentenza pare sia stata emessa dal tribunale di San Isidro, in Argentina, Paese di origine sia per Wanda Nara che per Maxi Lopez. Con la sentenza Wanda vince lo scontro legale e ottiene il risarcimento per i mancati alimenti accumulati da Lopez negli anni.

Lo ha reso noto al sito La Ciudad Ana Rosenfeld l’avvocato della manager. “Sì, la sentenza è stata emessa qualche giorno fa” ha dichiarato il legale riportando le parole del giudice che ha definito Lopez un debitore seriale.

La multa per Maxi Lopez

Quanto a Lopez sarà costretto a pagare una multa di 100 euro al giorno all’ex moglie, per ogni giorni di contributi non versati. Lo spiega sempre l’avvocato della Nara. “Sono 3000 euro al mese. E ci sono 3100 mesi” tira le somme il legale.

La stessa Rosenfeld qualche mese fa si esprimeva così: “Il contributo di Maxi è minimo, e ovviamente non ha nulla a che fare con la quota di cibo concordata.

Quando fu concordata quella quota, era riferita ai bambini che in quel momento andavano all’asilo. I bisogni dei bambini piccoli non sono gli stessi dei bambini quando crescono“. Si conclude così un lungo iter legale per l’ex coppia.