primo piano di giorgia

A Buon Compleanno… Pippo una carrellata di star per rendere omaggio al conduttore storico della Rai. Tra questi i talenti scoperti da Pippo Baudo, primi tra tutti Giorgia. La cantante racconta gli aneddoti degli esordi della carriera, compreso l’incontro con Mia Martini e il duetto che le due hanno fatto insieme a Michele Zarrillo a Papaveri e Papere, nel 1995, l’ultima presenza della grande Mimì in televisione.

Giorgia: “Con Mia Martini un incontro meraviglioso”

La cantante racconta gli esordi e quel duetto indimenticabile con Mia Martini, poco tempo prima della sua morte.

Nello show per festeggiare i 45 anni del Festival di Sanremo, Giorgia, che aveva appena vinto l’ultima edizione della kermesse, si è esibita insieme a Mia Martini con la canzone con cui aveva vinto il Festival.

Un incontro indimenticabile, meraviglioso. Le facemmo ascoltare Come Saprei e lei disse: ‘Questa vince’. Ci siamo accorte di avere una grande intesa“, racconta a Pippo Baudo. Giorgia continua: “Lei mi disse una cosa bellissima prima di cantare, e con gli anni ho capito cosa volesse dire: ‘Mi fai venire voglia di cantare’.

È bello quando c’è uno scambio tra musicisti, è tutto“.

Gli inizi della carriera grazie a Pippo Baudo

Nel programma per celebrare il maestro della televisione italiana, Giorgia racconta quanto debba a Pippo Baudo. Il conduttore ricorda la chiamata da parte del Maestro Caruso, che gli disse: “C’è una ragazza che fa la corista ma è sprecata“.

Giorgia è stata invitata nell’ufficio del conduttore e, confessa, “Appena sentivo la tua voce in lontananza mi agitavo. Ti facemmo ascoltare una canzone, E Poi, parliamo di 25 anni fa, e tu dicesti che poteva andare bene.

Da lì è iniziato tutto“.

La cantante e il conduttore ricordano il grande successo di Giorgia di lì a poco e tra loro c’è una grande sinergia anche oggi. Un mentore per lei: Giorgia prende anche in giro Pippo Baudo per il ruolo di “scopritore” che ha avuto nel corso degli anni, lanciando molti artisti di successo come anche Jovanotti e Fiorello.