Primo piano di Franca leosini

Domenica 14 Giugno è andata in onda, in prima serata su Rai 3, l’ultima puntata di “Storie maledette”, la trasmissione televisiva condotta da Franca Leosini. È proprio di quest’ultima e del suo particolare modo di porsi che Alessandro Cecchi Paone ha parlato, rispondendo alle domande di alcune telespettatrici nella sua rubrica sul settimanale NuovoTv.

Storie Maledette, il programma di Franca Leosini

Trasmesso dal 1994, Storie Maledette è un programma televisivo diretto da Fabio Vannini e condotto da Franca Leosini. La giornalista e conduttrice si occupa di intervistare uomini e donne divenuti noti per esser stati al centro di casi di cronaca nera.

Com’era già stato anticipato dalla Leosini stessa, le storie avrebbero avuto come protagonisti i mandanti dei delitti: il 7 Giugno è stato appunto affrontato il caso di Dina Dore, con intervista al marito Francesco Rocca. Nell’ultimo appuntamento stagionale, la Leosini ha trattato l’omicidio di Dino Reatti, avvenuto nel Giugno del 2012 ad Anzola dell’Emilia. A testimoniare è stata presente la moglie di Reatti, Sonia Bracciale, accusata e condannata a scontare 21 anni di carcere.

Cecchi Paone sostiene: “Sopravvivrà con pochi altri”

In seguito ad una curiosità esposta da una telespettatrice di Storie Maledette, nella sua rubrica sul settimanale NuovoTv, le cui dichiarazioni sono state riprese da fonti di settore, Alessandro Cecchi Paone ha replicato sostenendo che “il diluvio di cronaca nera, che negli ultimi anni ha inondato la Tv italiana, molto presto si ritirerà“.

Cecchi Paone ha inoltre aggiunto che, in questo rinnovamento radicale, “sopravvivrà solo la lucida e preparatissima con pochi“, riferendosi alla conduttrice Franca Leosini.

Cecchi Paone: “La Leosini sa indagare il male

Sempre sulla rubrica del giornalista ed opinionista di vari programmi, come Mattino 5 e Domenica Live, stando a quanto riportato una spettatrice ha dichiarato che la presentatrice di Storie Maledette si spinga troppo oltre.

Secondo lei, la Leosini varca il limite del mero fatto di cronaca e indaga la personalità dei suoi intervistati, comportandosi da psicologa e da inquirente. Non sono state poche, nel corso degli anni, le critiche mosse alla conduttrice, come ad esempio i genitori di Marco Vannini.

Alessandro Cecchi Paone, al contrario, non sarebbe di questo avviso: Ha la capacità di indagare il male, i sentimenti più tremendi, restando immacolata.

Un’operazione da grande maestra“.

Storia Maledette continua a conquistare il pubblico

Trasmesse queste due puntate, la stagione di Storie Maledette è giunta al termine, ottenendo ottimi riscontri. La puntata del 7 Giugno ha totalizzato 1.420.000 spettatori, pari ad uno share del 6.2%, mentre quella del 14 giugno è stata seguita da 1.408.000 spettatori, pari ad uno share del 6.6%. Numeri importanti, numeri che testimoniano come il programma e come la professionalità della conduttrice siano capaci di attrarre una gran quantità di telespettatori.

Approfondisci

Franca Leosini, perchè piace così tanto la Signora delle storie maledette

Cecchi Paone su Al Bano e Romina Power: “Una telenovela infinita”