Protesta in aula contro il taglio dei vitalizi

Di questa sera il decisivo voto della Commissione Contenziosa riguardo il taglio dei vitalizi, una delibera approvata nel 2018 e duramente contestata da molti senatori. Tanto che, appunto, la questione è stata messa nelle mani della Commissione, che ha deciso per annullare il taglio dei vitalizi agli ex parlamentari. Numerose le critiche a questa decisione.

Annullato il taglio dei vitalizi

Da sempre cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle, il taglio dei vitalizi era divenuto realtà poco meno di 2 anni fa, ma fin da subito osteggiata. Al punto che nei mesi scorsi era passata nelle mani di una Commissione, accusata però di conflitto di interessi.

Membri della stessa, infatti, erano senatori direttamente interessati dall’approvazione o dall’annullamento del taglio dei parlamentari. Un fatto, questo, che aveva portato alle dimissioni della pentastellata Elvira Evangelista dalla Commissione.

Nella stessa, erano presenti Giacomo Caliendo, Cesare Martellino, Alessandro Mattoni, Simone Pillon e Alessandra Riccardi. Solo gli ultimi 2 (della Lega) hanno votato contro l’annullamento del taglio dei vitalizi.

“Ripristinato lo stato di diritto”

Ad annunciare la decisione, come riporta Ansa, è stato l’ex deputato e avvocato Maurizio Paniz, che si è fatto carico del ricordo degli ex senatori che sarebbero stato privati del vitalizio, ritenuto equiparato alla pensione per le norme di legge allora in vigore.

Per questo, nel suo commento Paniz ha riferito che “È stato ripristinato lo Stato di diritto“.

Paniz, inoltre, ha sottolineato ad Ansa come “di fronte a una situazione consolidata gli interventi di riduzione degli importi devono rispondere a cinque requisiti, nessuno dei quali era stato rispettato dalla delibera“. Per questa situazione consolidata e la Commissione, il taglio dei vitalizi non può essere retroattivo, né perenne, né riguardare solo la categoria degli ex parlamentari.

Inoltre, lo stesso avvocato ha riferito che gli interessati ora avrebbero diritto al rimborso degli arretrati non goduti.

Vito Crimi: “Schiaffo al Paese

Di tutt’altro avviso il reggente del Movimento 5 Stelle Vito Crimi, tra i primi a commentare la decisione della Commissione Contenziosa. In un duro commento sui social, ha detto: “La Commissione Contenziosa del Senato ha annullato la delibera sul taglio dei vitalizi. Ci provavano da mesi: lo hanno fatto di notte, di nascosto.

Uno schiaffo al Paese che soffre“.

Tweet di Vito Crimi sul taglio dei vitalizi

Sulla stessa onda anche l’economista e “quasi premier” Carlo Cottarelli, che commenta con un laconico “non ho parole“. Durissima reazione anche dalla Lega, che con un post ha parlato di “vergognosa decisione“. Fonti del PD riportate dalle agenzie avrebbero commentato la notizia dicendosi: “Totalmente contrari alla decisione assunta dalla commissione contenziosa del Senato sui vitalizi

Approfondisci

Vitalizi, la Commissione del Senato pronta a cancellare i tagli ai politici

Ilona Staller, attacco a Salvini e Di Maio sul taglio dei vitalizi