Un ambulanza e Polizia con mascherina per Covid-19

Destano preoccupazione le notizie dell’aumento del numero di contagi da Coronavirus in Italia; in parte a causa di nuovi focolai scoppiati in varie Regioni, ed altri dovuti all’arrivo di decine di cittadini stranieri. L’attenzione ora è massima per gli arrivi dal Bangladesh, con numerose persone trovate positive, giunte in Italia dopo scali in altri paesi. Tra tutti, sta circolando la notizia di un uomo che, positivo al Coronavirus, avrebbe viaggiato in lungo e in largo per l’talia.

Paura per gli arrivi dal Bangladesh

Mesi di quarantena, lente riaperture e raccomandazioni sembrano non essere state sufficienti: l’emergenza Covid-19 in Italia è lungi dall’essere un problema alle spalle: lo come dimostrano le notizie dei nuovi focolai di Mondragone, dello stabilimento Bartolini di Bologna e quello odierno a Cuneo.

Eventi che rischiano di minare quanto fatto finora. A preoccupare sono gli arrivi da Dacca, capitale del Bangladesh: da un volo atterrato lunedì a Fiumicino sono emersi decine di contagi; l’Assessore alla Sanità del Lazio ha riferito al Messaggero un calcolo preoccupante: “il 13% dei passeggeri è risultato positivo”.

Gli esperti hanno fatto i conti di quanto potrebbe diffondersi un contagio con questi numeri alla base: “in giro per Roma e in altre regioni ci sono 500- 600 positivi che non sono stati intercettati“.

Positivo al Covid, gira per l’Italia in treno

Non è arrivato con quest’ultimo volo invece il cittadino straniero positivo al Coronavirus che è stato fermato 2 giorni fa alla Stazione di Termini; secondo quanto riportato da TGCom24, sarebbe un bangladese di 53 anni. Come riportano numerose fonti, l’uomo sarebbe arrivato con un volo speciale dal Bangladesh il 23 giugno e, invece di mettersi in quarantena fiduciaria, avrebbe viaggio, molto.

Viene riferito che l’uomo sarebbe stato in molte Regioni, tra cui Romagna e Marche.

Nello specifico, riferiscono le fonti, l’uomo avrebbe raccontato di essere andato fino a Milano Marittina in taxi, quindi da Rimini fino in Provincia di Ancona e quindi di nuovo a Roma.

Fermato dalla Polfer, sarà denunciato

L’uomo è stato fermato dalla Polizia Ferroviaria, proprio perchè presentava chiari sintomi da Covid-19: febbre e tosse. Ricoverato ora al Policlinico, l’uomo avrebbe ammesso di essere risultato positivo al tampone, ma di aver viaggiato comunque con la mascherina: impossibile però avere la certezza che il suo sconsiderato gesto non abbia provocato molti più danni di quanti possa immaginare.

Sarà denunciato per violazione dell’obbligo di quarantena.

Approfondisci

TUTTO sul Coronavirus

Coronavirus in Piemonte: nuovo focolaio nel Cuneese