A Salerno scattano le multe salatissime promesse dal governatore De Luca: 1000 euro per chi non porta la mascherina al chiuso

Le aveva promesse, e ora son scattate le prime. Vincenzo De Luca ha firmato venerdì 24 luglio l’ordinanza che prevede multe salate per chi non rispetta le norme anti-contagio. A Salerno, le prime 3 contravvenzioni da 1000 euro sono arrivate. I trasgressori, secondo l’accusa, non portavano la mascherina obbligatoria nei luoghi chiusi.

Nuova ordinanza in Campania

L’ordinanza emanata ieri dalla Regione Campania prevede anche il blocco dei mezzi pubblici, se a bordo viaggia un passeggero senza mascherina. La sanzione è identica: 1000 euro, oltre all’obbligo di scendere dal bus o dal treno.

Inoltre, l’ordinanza reintroduce anche l’obbligo di quarantena per chi arriva dai Paesi esteri fuori dall’area Schengen. La decisione del governatore De Luca, che per tutta la durata dell’emergenza coronavirus si è distinto per le sue posizioni ferree, arriva dopo il lieve aumento di casi in Campania negli ultimi giorni. Detto, fatto: come promesso le nuove misure son arrivate tempestivamente per arginare i rischi di nuovi contagi.

La protesta di un multato: “Farò ricorso”

I primi a far le spese della nuova stretta sono 3 cittadini di Salerno. All’interno di tre diversi esercizi commerciali, gli agenti li hanno trovati senza mascherina.

Uno dei 3 multati, titolare di uno dei locali, ha però protestato. All’Ansa, l’uomo ha dichiarato: “Nel mio locale sono entrati un agente e un altro in borghese. Il verbale è stato fatto a me. Io non indossavo la mascherina ma solo perché stavo bevendo un bicchiere di acqua. Ho la testimonianza della mia collaboratrice – che peraltro indossava la mascherina – e di un cliente”.

“Non pagherò la multa, farò ricorso”, ha promesso l’uomo. Siamo stati chiusi 60 giorni per via della pandemia.

Questa multa non ci voleva proprio. Io già facevo entrare i miei clienti solo con la mascherina e da stamattina, dopo l’ordinanza regionale, sono stato ancora più categorico“.

Il sindaco di Salerno: “Il Covid non è sconfitto”

Vincenzo Napoli, sindaco di Salerno, ha partecipato ai controlli. La multa è giusta e va applicata senza sconti. Non solo i gestori degli esercizi commerciali ma anche i clienti devono rispettare le norme. Serve una battaglia di tutti per sconfiggere questo virus”, dichiara Napoli. “Ognuno di noi deve fare la propria parte.

Gli atti repressivi sono la soluzione estrema: verranno applicati se la situazione non cambia”.

La maggior parte dei nuovi casi in Campania, fra l’altro, proveniva proprio dalla zona di Salerno. “Il Covid non è stato sconfitto”, prosegue il sindaco. “Ognuno di noi dovrebbe attenersi a semplici regole e comportamenti, intanto che arrivi il vaccino. Non è sicuramente facile controllare tutti e tutto. Deve scattare un meccanismo interiore nella coscienza di ognuno. Alle azioni persuasive, per chi sbaglia, seguiranno anche durissime azioni repressive se necessarie. Spero che i miei concittadini capiscano che bisogna salvaguardare la propria e l’altrui salute“.

Approfodisci:

Tutto sul coronavirus

Vincenzo De Luca al veleno contro il Nord: “Si sono fermati a contare migliaia di morti”

Coronavirus Italia: il bollettino del 25 luglio.

Rischio chiusura dei confini con i Balcani