viviana parisi joele mondello

Emergono nuovi dettagli sulla misteriosa sparizione di Viviana Parisi e del piccolo Gioele di 4 anni. I due sono spariti dopo un’incidente sulla A20 Messina-Palermo e da subito è stata aperta un’inchiesta che non esclude il sequestro di persona. La pensa diversamente però la cognata della 43enne Viviana, che ha rivelato le sue condizioni nell’ultimo periodo.

Scomparsa di Viviana Parisi: gli ultimi avvistamenti

Nella giornata di oggi si è riaccesa una piccola luce di speranza su questa misteriosa scomparsa. Sono infatti pervenute alcune segnalazioni e avvistamenti di Viviana e Gioele, ora al vaglio degli inquirenti.

A confermarle, è anche Mariella Mondello, sorella di Daniele e cognata di Viviana Parisi. A NewsMediaset, la donna ha riferito che “Abbiamo ricevuto molte segnalazioni su Giardini Naxos, alcuni ci hanno dato dei dettagli che ci fanno presumere siano loro“.

Oltre a quella di Giardini Naxos, è arrivata anche un’altra segnalazione, da parte di una guardia medica: Viviana avrebbe cercato aiuto per il figlio, salvo poi allontanarsi alla richiesta di documenti.

La cognata di Viviana Parisi: “Non è stata rapita

Questi avvistamenti sembrano dare corpo all’ipotesi che dietro la sparizione di Viviana non ci sia un rapimento, quanto un allontanamento volontario.

La pensa così la cognata Mariella, che come riportano fonti locali ha dichiarato: Mia cognata è in stato confusionale e vaga, non è stata rapita, non aveva problemi con mio fratello o con qualcuno della famiglia. Secondo noi lei è solo spaventata“.

Esclusa, per la parente, anche una pista tristemente battuta in questi casi, ossia i possibili problemi col marito. Lo stesso, aveva lanciato un appello nei giorni scorsi: “Viviana, torna a casa.

Non c’è nessun problema, hai fatto solo un piccolo incidente“.

Viviana Parisi soffrirebbe di depressione

Secondo quanto aggiunto dalla cognata, l’allontanamento volontario di Viviana Parisi col figlio di 4 anni sarebbe l’ipotesi più concreta, soprattutto per lo stato di salute emotiva e mentale della donna, messo a dura prova nell’ultimo periodo. “Non è stata molto bene nel periodo dei lockdown, lo so perchè è stata anche a casa mia ed ho visto che era molto spaventata e depressa” ha detto, secondo fonti locali.

Poi ha aggiunto: “Era terrorizzata per il Covid soprattutto per Gioele.

Ha cominciato a pregare, leggeva la bibbia. Ha avuto una sorta di esaurimento come possono testimoniare parenti e vicini ed è stata anche portata una volta all’ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto“. Un periodo decisamente intenso: “Era molto instabile, passava da uno stato di euforia alla depressione e temiamo possa avere avuto uno shock dopo l’incidente“.

Dove può essere andata Viviana Parisi

Nelle sue dichiarazioni riportate dalla stampa locale, Mariella Mondello racconta anche quella che doveva essere la destinazione di Viviana: “Mi aveva parlato qualche giorno prima della piramide della Luce di Fiumara D’arte di Motta d’affermo“.

L’auto tuttavia si trovava nei pressi di Caronia.

Sulle segnalazioni arrivate, una su tutte sembra far ben sperare per un esito positivo della vicenda: “Un ragazzo che ci ha contattato ha detto dei particolari sul taglio dei capelli di mio nipote e sulle sue scarpe che solo chi lo ha visto poteva sapere“. Per questo, aggiunge, “Siamo fiduciosi di riabbracciarla e voglio dire a mia cognata di tornare, noi l’aspettiamo a braccia aperte e le vogliamo tutti bene“.

Approfondisci

Viviana scomparsa con il figlio di 4 anni: segnalati avvistamenti

Viviana scomparsa con il figlio, le frasi su facebook: “Rinchiusa in una bara di cristallo”

Scomparsa con il figlio nel messinese: l’appello del marito Daniele