viviana parisi in primo piano

Nuovi aggiornamenti sulla misteriosa scomparsa di Viviana Parisi e di suo figlio Gioele. Continuano frenetiche le ricerche della donna, sparita nel nulla dopo un incidente sulla A20. Numerose le segnalazioni arrivate nelle ultime ore, che sembrano stringere il cerchio sui movimenti della donna e del piccolo di 4 anni.

Viviana Parisi, l’avvistamento a Giardini Naxos

Il primo mistero riguarda proprio il da dove arrivano gli avvistamenti di Viviana Parisi. Giardini Naxos, infatti, è una cittadina messinese a 130 km di distanza da Caronia, punto dell’autostrada in cui è sparita Viviana Parisi col figlio.

Qui, è stata sentita dai Carabinieri la dottoressa del presidio dove sarebbe stata vista Viviana Parisi.

Secondo quanto riporta Adnkronos, nei verbali della sua testimonianza sono riportati importanti dettagli che potrebbero aiutare a far luce sul mistero. La famiglia di Viviana è convinta che sia in stato di shock, dopo un periodo molto stressante e in preda alla depressione.

Il piccolo Gioele starebbe molto male

Nei verbali riportati, la dottoressa di Giardini Naxos afferma che “Questa mattina, intorno alle 11,50, è venuta al presidio una donna di età apparente 40 anni con un bambino di 2/3 circa in braccio“.

Poi ha rivelato che la presunta Viviana Parisi avrebbe chiesto aiuto: “Il piccolo aveva la febbre a 39 da due, tre giorni […] Aveva la necessità che visitassi il bambino poiché la pediatra non poteva farlo, data la distanza da casa“.

A questo punto, la dottoressa le avrebbe impedito l’accesso al presidio a causa delle regole anti-Covid, chiedendole allo stesso tempo le generalità: “È stato allora che la donna, rifiutandosi, ha iniziato ad avere una crisi di pianto dicendomi testualmente ‘Lasci stare’ e allontanandosi subito dopo senza altro aggiungere“.

La segnalazione dei parenti di Viviana

Dopo questo avvistamento, la dottoressa ha raccontato che “Si sono presentati nell’ambulatorio tre uomini tra i 30 e i 40 anni circa. Tra questi, a me sconosciuti, uno mi ha chiesto aiuto con il telefono cellulare in mano, mostrandomi diverse foto di una donna con un bambino in braccio e dicendomi che era un parente, che erano disperati in quanto li stavano cercando“. Da qui il presunto riconoscimento e la testimonianza ai carabinieri.

Adnkronos riporta che il cognato non avrebbe riconosciuto Viviana Parisi dai video delle telecamere di sorveglianza, ma altri parenti sono speranzosi che questa sia una pista valida. Al momento, quindi, queste sarebbero le nuove informazioni: dopo l’incidente, in qualche modo Viviana è arrivata a Giardini Naxos e il figlio Gioele avrebbe febbre molto alta. In giro sola e senza soldi, c’è apprensione per le sorti della donna e del figlio.

Approfondisci

Viviana scomparsa con il figlio, parla la cognata: “Non è stata rapita”

Viviana scomparsa con il figlio di 4 anni: segnalati avvistamenti