Carnate_Incidente_treno

Non era guidato da nessuno il treno che oggi, è deragliato a Carnate ed è finito sulla strada.

Una nota di Trenord ha infatti fatto sapere che, per qualche guasto tecnico ancora da accertare, il treno è partito dalla stazione in maniera meccanicamente autonoma, senza che nessuno lo guidasse.

Era un treno impazzito quello che oggi, a Carnate, ha spaventato i residenti ed i -pochi, per fortuna- viaggiatori che erano a bordo. Pare infatti che il treno fosse fermo nella stazione di Paderno, senza che a bordo ci fossero né il macchinista né il capotreno, quando ha cominciato a muoversi sui binari, riuscendo a percorrere ben 6 chilometri senza controllo alcuno.

Per fortuna il fatto che siamo in un periodo di vacanze e l’orario stesso in cui è avvenuto il fatto ha fatto sì che a bordo non ci fosse praticamente nessuno: solo 3 persone.

Il sistema di sicurezza della linea ferroviaria

Dopo che il treno è partito, il sistema di sicurezza è entrato in azione ed il treno è stato automaticamente indirizzato verso un binario tronco. Purtroppo, una volta arrivato al binario in questione, 3 carrozze su 7 sono uscite dai binari accartocciandosi l’una sull’altra, per poi sfondare il muro che divide i binari dalla strada.

Le testimonianze dei presenti

Una signora che abita proprio davanti alla stazione ha raccontato a Il Fatto Quotidiano: “Stavo mangiando quando ho sentito un rumore tremendo, mi sono affacciata alla finestra e ho visto il treno rovesciato e avvolto da una nuvola di fumo”. Una dottoressa che lavora nelle vicinanze ha invece spiegato: “Abbiamo sentito un boato e siamo usciti subito, pensavamo a un terremoto.

Per fortuna nessuno pare si sia fatto male”.

Trenord annuncia indagini interne

Sono ovviamente in procinto di iniziare approfondite indagini interne: l’azienda Trenord ha infatti spiegato nella nota diffusa che “è stata immediatamente istituita una commissione interna per chiarire cause e responsabilità, fra cui il comportamento dell’equipaggio”.