Fausto Leali al GF Vip

Fausto Leali ci ricasca e, questa volta, i provvedimenti potrebbero essere severissimi per lui. Dopo le frasi sulla figura di Mussolini, il cantante torna a far parlare di sé con l’appellativo di “Neg*o” ripetutamente rivolto a Enock Barwuah. Il Grande Fratello Vip ha sospeso il televoto settimanale che lo vedeva coinvolto insieme a Massimiliano Morra, sino alla decisione definitiva presa dalla produzione.

Fausto Leali: la bufera continua

In questi ultimi giorni Fausto Leali ha fatto più volte parte di sé per frasi piuttosto discutibili. Il cantante, concorrente ufficiale del Grande Fratello Vip, è finito nell’occhio del ciclone per alcuni scivoloni che hanno provocato sdegno e rabbia fra pubblico e social.

Dapprima le frasi su Mussolini che, a sua detta, “ha fatto tante cose buone“. Il suo giudizio sull’operato del Duce negli anni bui del Fascismo non gli sono valsi provvedimenti disciplinari, solo una strigliata in diretta da un furioso Alfonso Signorini. Il cantante, però, ci è ricascato e questa volta il suo destino nel reality potrebbe rivelarsi seriamente in bilico. Nel mirino delle critiche l’appellativo “Neg*o”, più volte ripetuto nei confronti di Enock Barwuah.

Nonostante il contesto goliardico ed amichevole, il pubblico non ha perdonato Fausto Leali nemmeno questa volta. La produzione ha deciso di sospendere il televoto settimanale, che lo vedeva coinvolto assieme a Massimiliano Morra.

Alfonso Signorini bacchetta il cantante

Alfonso Signorini conferma la generosità e la bontà del cantante, ma gli contesta la troppa leggerezza con cui ha espresso frasi alquanto discutibili: “Mai con cattiveria, ma con un po’ troppa leggerezza. E questo modo di fare ti mette in mezzo ai pasticci“. Poi continua: “Non vi rendete conto che le vostre parole scatenano reazioni violentissime, perché questa parola che hai usato è sensibile.

Le parole evolvono nel corso del tempo. La parola “neg*o” era comunemente usata negli anni ’50. Oggi il significato di questa parola è profondamente cambiato. Non si può più utilizzare questa parola, perché tutti abbiamo sotto certe immagini dal mondo. Non abbiamo voglia di fare processo alle intenzioni, ma non possiamo permettere in un programma come questo che certe parole possano essere usate con leggerezza“.

Fausto Leali squalificato: la decisione del reality

Fausto Leali prova ad abbozzare una replica, giustificando le sue parole all’interno di un contesto goliardico: “Mi sembra però che io con il razzismo non c’entro proprio niente.

Ora se mi sono permesso di scherzare, mi spiace che l’amicizia con Enock si sia interrotta un po’. Sono d’accordo con te che sia stata una battuta del cavolo“.

La decisione della produzione arriva a metà puntata attraverso un comunicato: “Il pubblico ti conosce bene, sia come grandissima artista che come grande uomo. Aldilà delle tue intenzioni reali, però, il peso delle parole che hai pronunciato può e deve avere una sola conseguenza: Fausto, sei ufficialmente squalificato dal Grande Fratello Vip“.

Sgomento sulla faccia di Fausto Leali e dei suoi inquilini, increduli per questa decisione. Alfonso Signorini prova a confortarlo: “Non c’è bisogno di tante parole perché noi sappiamo quello che tu sei e l’uomo che sei. Ti ho fortemente voluto e sono convinto, dovessi rifare questa scelta, che la rifarei un’altra volta. Ma questo per far capire che oggi, nel 2020, certe parole non le possiamo e non le dobbiamo più usare“.

Approfondisci

GF Vip, Fausto Leali verso la squalifica: di nuovo parole imperdonabili

GF Vip, Fausto Leali ancora nella bufera: frase razzista a Enoch Barwuah

Grande Fratello Vip, Fausto Leali e la frase su Mussolini: è bufera, chiesta la squalifica