Eva Grimaldi, Giuliana Del Sio e Adua Del Vesco, coinvolte nell'Aresgate

Continua a tenere banco il caso di AresGate, la presunta “Setta dei Vip” che dalla Casa del Grande Fratello sta sconquassando il mondo dello spettacolo. Dopo le prima parole di Adua del Vesco che hanno trovato conferme da Barbara D’Urso, sono state contattate altre attrici e attori che potrebbero sapere qualcosa su questa oscura vicenda. E c’è chi attacca direttamente e fa nomi e cognomi: “Il vostro silenzio è una vergogna“.

Suicidi, Lucifero e altro: scoppia il caso AresGate

Non si tratterebbe di una Setta satanica, come il nome potrebbe immediatamente suggerire ma da quanto emerge dalle parole e ricostruzioni fornite qua e là, si delinea comunque un quadro preoccupante; quello di un gruppo, di qualcosa di poco chiaro e addirittura inquietante come dice Signorini, e che coinvolgerebbe numerose personalità dello spettacolo.

Molto, ma molto famosi” secondo quanto detto da Barbara D’Urso. Il tutto farebbe capo alla Ares, casa di produzione di gigantesche fiction italiane come L’Onore e il Rispetto, Il Peccato e la Vergogna e via dicendo.

Adua del Vesco ha detto di esserne uscita proprio “grazie” al suicidio forse istigato di Teodosio Losito, storico sceneggiatore della Ares, evento che in qualche modo le avrebbe dato “una svegliata”.

Ma i sospetti principali si concentrano sul compagno, il produttore Alberto Tarallo: è lui quel “Lucifero, il Male Supremo” di cui parla Massimiliano Morra?

Aresgate, da Eva Grimaldi a Nancy Brilli: le attrici coinvolte

Nei giorni scorsi sono emerse prime conferme: molte vip, magari non direttamente coinvolti, hanno ammesso di aver sentito voci, rumor di situazioni poco chiare in cui sarebbero stati coinvolti molti colleghi. Dagospia allora ha provato a sentire alcune delle attrici di punta delle fiction di Ares, fallita nel 2020, per vederci chiaro.

Tra queste, Eva Grimaldi: l’attrice però si è trincerata dietro un “no comment“, cui è seguito però anche un “Non ne voglio parlare ora, sto male” quando si arriva a toccare l’argomento del suicidio di Teodosio Losito. Non diversi i toni di Nancy Brilli, che pure prende le distanze ma soprattutto si apre un pochino di più: “Sono stata eliminata da un giorno all’altro dalle produzioni, con loro ho realizzato solo successi. Improvvisamente ho capito che stava cambiando qualcosa, non abbiamo più lavorato insieme” le parole riportate da Dagospia.

Aresgate, nello scandalo anche “relazioni combinate” tra vip

Oltre alla spinosa e delicatissima questione del presunto suicidio istigato, dalle dichiarazioni emerse viene fuori che tra quello che veniva richiesto e organizzato, c’erano anche fittizie relazioni tra vip. Il primo a porre la questione è stato a Mattino Cinque il paparazzo Maurizio Sorge, che ha ricordato come il flirt tra Adua Del Vesco e Gabriel Garko fosse nato proprio sui set della Ares. La stessa Brilli ha dichiarato: “Mi è stato consigliato di fidanzarmi con un attore.

Non mi è parso il caso“.

Non è l’unica a rivelare un dettaglio del genere: l’attrice Giuliana Del Sio ha confessato che “mi hanno chiesto di fingere un flirt, ho rifiutato e mi sono messo a ridere. Si sono anche offesi, ma ho detto: ‘Questo no, non ce la posso fare‘”. La stessa, ha aggiunto che “Erano delle lucherinate, gli anni sessanta aleggiavano su di noi“.

Lorenzo Crespi fa nomi e cognomi: “Vostro silenzio è una vergogna

Per tre attrici che parlano e non parlano, c’è un attore che invece fa nomi e cognomi. Si tratta di Lorenzo Crespi (Carabinieri, Gente di mare), che su Instagram si schiera apertamente dalla parte di Adua Del Vesco.

La storia di Adua è una storia triste, orrenda, vera, che inizia verso la fine degli anni ’80 inizio anni ’90, coinvolge tutti, trent’anni di Mediaset, fiction, spettacoli, uomini potentissimi, politici.” Crespi inoltre teme per la sicurezza della concorrente del GF Vip: “L’unica cosa che vi chiedo è gentilmente se iniziate ad indagare fate sì che questa ragazza quando esce dal GF Vip venga messa subito sotto protezione, perché potrebbe essere in pericolo, questo signor Lucifero ne ha fatte di tutti colori ma era coperto dalla solita famiglia.

La sua produzione era una lavatrice.”

Una denuncia chiara e precisa, ma Crespi si spinge oltre: “Gabriel Garko, Eva Grimaldi, Pamela Prati, Valeria Marini e altri: siete sicuri che voi su questa storia non sapete nulla? Il vostro silenzio da una vita è una vergogna“.

Il post e i commenti di Lorenzo Crespi

Approfondisci

Concorrenti del GF vittime di una Setta: conferme dalla D’Urso e Lory Del Santo

GF Vip e la setta legata ad Ares, Alfonso Signorini: “Caso mediatico inquietante”