Selvaggia Lucarelli e Alessandra Mussolini a Domenica In

Non sono passate neanche 24h che Selvaggia Lucarelli e Alessandra Mussolini sono di nuovo ai ferri corti. Teatro dello scontro è lo studio di Domenica In, con Mara Venier nel difficile ruolo di mediatore tra le parti, con l’aiuto dei presenti in studio: Guillermo Mariotto, Platinette, Monica Setta e Ivan Zazzaroni.

Alessandra Mussolini all’attacco

Parte subito agguerrita Alessandra Mussolini che ha esordito dicendo: “Va abbastanza bene, poteva andare meglio ma va bene. Ho rivisto dei pezzi di ieri, ci stiamo divertendo, non è bello nei confronti di Maykel che è un professionista, deve essere giudicato per il ballo, ma ieri è andata in onda un’altra storia.

Bisogna divertirsi e non passare dal giudizio all’insulto.

Immediata la replica di Selvaggia Lucarelli: “Ma io la domenica devo litigare? Mara la interrompe cercando di ricordare la tregua siglata nella puntata precedente proprio a Domenica In.

Tutti contro Selvaggia Lucarelli

Interviene Platinette che afferma di essere diffidente quando Selvaggia Lucarelli si approccia ad altre donne: “La Mussolini non è estranea al mondo dello spettacolo“. “Lei è riuscita, con tre parole, popolana, vaiassa e volgare… sono donne che devono sbarcare il lunario, fanno le cameriere..

dobbiamo essere contessine per fare Ballando?”

Interviene Mara Venier: “Però Selvaggia Lucarelli non è contro le donne”, interrotta da Platinette che continua a stuzzicarla sul tema della femmilità. A prendere la parola è Monica Setta che vuole mettere la questione su due piani precisi.”Sono due ruoli diversi, Selvaggia Lucarelli fa un ruolo preciso e netto he è quello del giudice, se non può farlo che giudice è

A me viene da ridere, dovrei rispondere a queste accuse? C’è una persona che mi accusa per essermi offesa ad un commento sul mio vestito da sposa, io non ricordo di questo aneddotto.

(…) Io non ricordo di aver interrotto un rapporto di amicizia con Platinette dato che non siamo mai state amiche“.

Platinette rincara la dose ricordando la sua personale esperienza a Ballando con le Stelle tirando fuori aneddoti che per la Lucarelli “Fanno molto ridere“. “Fai giudizi selettivi, non parli della danza parli di molto altro“.

Selvaggia Lucarelli vs Alessandra Mussolini: round 2

Qui vicino a me c’è un professionista e non è giusto non essere giudicati per il balletto.

(…) Dovrebbe chiedere scusa non solo a me, a Michael e a tutte le donne“. Ha ribadito di nuovo Alessandra Mussolini.

Alessandra Mussolini non rappresenta tutte le donne. (…) Non giudichiamo solo il ballo, anche l’atteggiamento. (…) È anche uno show, ieri spostando l’attenzione da Alessandra Mussolini a Costantino abbiamo spiegato che balla male ma fa bene lo show. (…) Infatti lui ha detto che fa uno show. Io ieri ho detto anche delle belle cose ad Alessandra” ha spiegto Selvaggia Lucarelli ribadendo che il dirle di non fare la vaiassa era un consiglio spassionato per spronarla a migliorare nelle performance.

Nella questione entra anche Guillermo Mariotto che cerca di mediare: “Io giudico solo il ballo”ha detto, spiegando però come da entrambe le parte ci sia sia il torto sia la ragione. Se da un lato Alessandra Mussolini si è mostrata in forma e in grado di affrontare la sfida di Ballando con le Stelle, dall’altro ha degli atteggiamenti discutibili, come ad esempio lo slacciarsi il corpetto dopo la performance, pur se, in questo specifico caso, il costume era davvero pesante.

Gli attriti virano poi sui rispettivi segni zodiacali, Guillermo Mariotto chiede alla Mussolini di che segno è e lei rispondendo di essere Capricorno chiede di che segno sia la sua rivale.

Alla risposta Leone, Alessandra Mussolini non si trattiene più e da l’affondo finale: “Dovrebbe essere un segno bello, di fiducia, solare, quello è un ascendente ratto”.

Alla terza puntata la tensione è alle Stelle. Chissà cosa succederà ancora nel corso del programma.

Approfondisci:

TUTTO SU BALLANDO CON LE STELLE