bambini in una scuola elementare

È stato al momento sospeso per 4 mesi un maestro di una scuola elementare di Milano. Una misura restrittiva scattata dopo le indagini degli investigatori da cui sarebbero emerse le reiterate violenze messe in atto dall’uomo nei confronti di alcuni suoi alunni, alcuni di loro affetti da disabilità.

Violenze e insulti nella scuola elementare di Milano

Secondo quanto emerso dalle prime indagini, l’inchiesta avrebbe avuto inizio già svariato tempo fa, circa l’anno scorso dopo alcuni disegni degli alunni del maestro. In particolare, un giorno uno dei suoi alunni avrebbe disegnato sul foglio quella che sembra essere una scena di vissuto reale: un bambino, un mobile e vicino la figura del maestro.

Tutto sarebbe avvenuto all’interno delle mura di un’aula di una scuola elementare nella zona Comasina, in provincia di Milano.

Foggia, violenze e abusi nell’asilo degli orrori: vittime 12 bambini tra i 3-4 anni

Bambini strattonati, insultati e presi per il colletto

Quanto emerso, anche alla luce di 18 audizioni protette dove a esporre i fatti ci avrebbero pensato anche numerose insegnanti di sostegno sue colleghe nella scuola, è un quadro agghiacciante fatto di violenze reiterate ai danni dei bambini.

Si va dalle testimonianze che riguardo il linguaggio verbale del maestro, fatto di epiteti, insulti e frasi che avrebbero provocato, in alcuni alunni, persino l’insonnia. Ma non solo parole: secondo quanto riportato nei documenti in mano alla Polizia di Stato, che nella giornata di ieri ha notificato la misura di custodia cautelare interdittiva della sospensione dall’esercizio del pubblico servizio al maestro – un uomo di 48 anni – all’appello non mancherebbero le violenze fisiche.

Indagato il maestro di 48 anni

Il maestro avrebbe in più occasioni afferrato i bambini dalle spalle, dal colletto e dai cappucci per poi sbatterli talvolta contro gli armadi della classe.

Altre volte avrebbe costretto alcuni di loro – tra cui alcuni con disabilità – a stare al di sotto della lavagna o a fissarla senza la possibilità di muoversi. Sospeso per 4 mesi dall’insegnamento, il 48enne è ora indagato per violenze e percosse aggravate e continuate ai danni di minori.