Paola Barale a Oggi è un altro Giorno

In un’intervista Paola Barale ha dichiarato di sentirsi confusa dalla situazione attuale a Milano, una delle zone rosse previste dal nuovo Dpcm. Per quanto questa nuova chiusura l’abbia sconvolta, infatti, la conduttrice italiana ritiene che questo lockdown non sia come quello di marzo.

Paola Barale sul nuovo lockdown: “È stata una doccia di acqua fredda”

In collegamento con Oggi è un altro giorno di Serena Bortone, Paola Barale ha anzitutto ringraziato la giornalista per averle dato motivo di uscire nel corso del primo giorno di lockdown. Poi ha continuato: Questa seconda ondata non ci voleva, siamo in Corso Como che è una delle vie più importanti di Milano, lì dietro abbiamo tutto lo skyline, piazza Gae Aulenti, Garibaldi… Il centro finanziario ed economico è qui.

L’aria attorno a lei era silenziosa. “Di solito queste strade sono piene di persone, i ristoranti sono aperti, si mangia benissimo da queste parti, e invece purtroppo siamo tornati alla situazione di qualche mese fa”, ha detto la 54enne, che si è trasferita nel capoluogo lombardo ormai 30 anni fa. Poi ha aggiunto: “Poi non ci aiuta il fatto che c’è un clima meraviglioso, un novembre un po’ particolare, ma al di là del clima questa seconda ondata è stata una doccia di acqua fredda.

Paola Barale racconta un lockdown “diverso”

Per quanto bar e ristoranti siano chiusi, però, la Milano raccontata da Paola Barale è diversa da quella del lockdown di marzo. In quei mesi, la conduttrice si era dedicata anche al volontariato per la Croce Rossa Italiana. Ma ora non è lo stesso, e questa situazione sembra quasi confonderla: “Qui ci stiamo facendo tante domande perché la gente non sa come si deve confrontare, ad esempio io stamattina mi aspettavo una strada vuota.

“Invece nonostante tutto chiuso in giro sembrava un semi lockdown, non come l’altra volta”, ha spiegato ancora la conduttrice. Nelle zone rosse, infatti, è possibile muoversi dentro le città in caso di necessità, motivazioni lavorative o di emergenza, a patto di avere con sé l’autocertificazione. L’attrice non ha negato di sentirsi un po’ perplessa per la situazione attuale: “Sono confusa, è difficile.

Infine, un invito ai telespettatori: “Dobbiamo cercare di far finire questa situazione il prima possibile, cerchiamo di rispettare almeno le tre regole fondamentali.

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus

Covid: i medici chiedono lockdown totale in tutto il Paese

Coronavirus: il vaccino Pfizer previene il virus al 90%, parla l’azienda farmaceutica