VACCINI CONTRO IL COVID-19

Mentre la campagna vaccinale procede con qualche scossone, ma con ottimi numeri che collocano l’Italia ai primi posti in Europa, il coronavirus continua la sua corsa. La situazione pandemica ha spinto il ministro della Salute Roberto Speranza a firmare nuove ordinanze, per la suddivisione delle Regioni in zone gialle, arancioni e rosse. L’occhio è puntato anche sulle varianti, tra cui quella brasiliana che sta colpendo duro, spingendo Speranza a bloccare i voli da e per il Paese sudamericano.

Coronavirus, il bollettino di oggi 16 gennaio

Il bollettino di oggi vede 16.310 nuovi contagi di coronavirus, che porta il totale degli attualmente positivi a 557.717.

Di questi, 532.41 sono in isolamento domiciliare, mentre 22.784 sono ricoverati con sintomi (-57 rispetto a ieri), con 170 ingressi oggi in Terapia Intensiva, il cui totale dei ricoverati è di 2.520.

I decessi di oggi sono 475, con il totale delle vittime del Covid-19 che arriva a 81.800. Sono invece 1.729.216 i dimessi e guariti. Sono 260.704 i tamponi effettuati, con il rapporto con i risultati positivi che risale a 6,3%.

I dati del Ministero della Salute
I dati del Ministero della Salute

Paura per la variante brasiliana: stop ai voli

Il ministro Roberto Speranza ha annunciato il blocco dei voli con il Brasile, la cui variante spaventa.

Ho firmato una nuova ordinanza che blocca i voli in partenza dal Brasile e vieta l’ingresso in Italia di chi negli ultimi 14 giorni vi è transitato“, ha spiegato il ministro, “Chiunque si trovi già in Italia, in provenienza da quel territorio, è tenuto a sottoporsi a tampone contattando i dipartimenti di prevenzione. È fondamentale che i nostri scienziati possano studiare approfonditamente la nuova variante. Nel frattempo scegliamo la strada della massima prudenza“.

Come riporta la rivista Science, la variante brasiliana potrebbe eludere la risposta immunitaria alla SARS-CoV-2, portando persone già infettate a contrarre nuovamente il virus.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha convocato il Comitato d’emergenza e chiesto ulteriori sforzi di concerto tra i vari Paesi per sequenziare il genoma del coronavirus e individuare le mutazioni. Tra le più note ci sono quella britannica, già diffusa in Europa, e quella sudafricana, con cui condividerebbe la maggiore trasmissibilità.

Le Regioni cambiano colore

Dal 17 gennaio scatteranno nuove divisioni in zone tra le Regioni. In zona arancione ci saranno Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria e Valle d’Aosta, mentre diventano rosse Lombardia, Sicilia e la Provincia Autonoma di Bolzano.

Approfondisci:

TUTTO sull’emergenza Coronavirus

TUTTE le notizie sul vaccino anti-Covid