Roberto Fico al Quirinale

Il presidente della Camera Roberto Fico ha ricevuto dal Quirinale il mandato esplorativo per tentare di rimettere insieme una maggioranza in Parlamento. Questo l’epilogo delle consultazioni, risultato della crisi di governo innescata da Matteo Renzi.

Nei giorni passati, nonostante gli appelli del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, è stato impossibile trovare i cosiddetti “responsabili” per costituire una quarta gamba al governo giallo-rosso alternativa a Italia Viva. Il presidente incaricato Fico dovrà ora raccogliere i pareri degli azionisti di maggioranza e tra 4 giorni, martedì, tornerà a riferire al Capo dello Stato.

Roberto Fico ha il madato esplorativo

Roberto Fico ha fatto una breve comunicazione dopo l’incontro con il presidente Sergio Mattarella. Di fronte ai giornalisti riuniti al Salone delle Feste, il presidente della Camera ha riassunto gli obiettivi del suo mandato. Fico ha ringraziato “Il presidente della Repubblica per la fiducia che mi ha accordato” nel fornirgli il mandato esplorativo” per verificare che ci sia una maggioranza parlamentare.

Il presidente della Camera ha dichiarato che partirà dai partiti della coalizione, PD, Movimento 5 Stelle, LeU e Italia Viva, che incontrerà nei prossimi giorni.

Fico ha concluso commentando che il suo compito sarà, in un “momento molto delicato per il Paese“, trovare le “risposte urgenti che i cittadini attendono“.

Che cos’è la relazione di Bonafede e qual è il legame con le dimissioni di Conte

Le reazioni della maggioranza

Il mandato affidato a Fico per ricostituire il governo ha suscitato le reazioni dei leader politici della maggioranza. “La decisione del Presidente è una scelta saggia che Italia Viva onorerà lavorando sui contenuti: vaccini, scuola, lavoro, Recovery sono priorità su cui si gioca il futuro“, ha twittato Renzi, “Diciamo no alla caccia al parlamentare, diciamo sì a idee e contenuti.

No al populismo, sì alla politica“.

Il tweet di Matteo Renzi
Il tweet di Matteo Renzi

A felicitarsi per la scelta di Mattarella anche Luigi Di Maio: “Buon lavoro al presidente della Camera Roberto Fico. Sarà punto di riferimento per favorire il dialogo in questa fase delicatissima e arrivare alla formazione di un nuovo Governo. Ci auguriamo che prevalga il senso di responsabilità da parte di tutti.Massimo e pieno sostegno a Giuseppe Conte“.

La ricucitura con Matteo Renzi

Il compito del presidente della Camera sarà dunque provare a ricostituire la maggioranza, facendo tornare Renzi all’ovile.

Un lavoro di sintesi che si prospetta molto difficile, specialmente in un contesto di contrapposizione personalistica tra il premier Conte e il senatore fiorentino. All’orizzonte si prospetta un “rimpastone” con un Conte ter, ipotesi comunque tutt’altro che facile da mettere in pratica, soprattutto per le resistenze a riforgiare l’alleanza con Renzi da parte pentastellata.

Di Battista minaccia la scissione

È Alessandro Di Battista, fuori dal Parlamento ma a capo di una corrente 5 Stelle, a manifestare il malcontento di parte del Movimento.

Tornare a sedersi con Renzi significa commettere un grande errore politico e direi storico. (…) Ogni coltellata sarà un veto, un ostacolo al programma del Movimento e un tentativo di indirizzare i fondi del recovery verso le lobbies che da sempre rappresenta. L’ho sempre pensato e lo penso anche adesso. Se il Movimento dovesse tornare alla linea precedente io ci sono. Altrimenti arrivederci e grazie“, ha scritto su Facebook.

Il post su Facebook di Alessandro Di Battista
Il post su Facebook di Alessandro Di Battista

Il colloquio al Quirinale

Il Quirinale, in una nota, aveva reso nota la decisione di conferire l’incarico a Roberto Fico, dato l’insuccesso delle prime consultazioni, che non hanno trovato accordo intorno alla figura di Giuseppe Conte.

Il presidente Mattarella ha comunque dato mandato di verificare la presenza di una maggioranza, dopo l’emergere di presupposti di una “prospettiva di governo con i gruppi del governo precedente“, includendo quindi Matteo Renzi.

Il tweet del Quirinale
Il tweet del Quirinale

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto il Presidente della Camera dei deputati Roberto Fico e gli ha affidato il compito di verificare se esiste una maggioranza politica a partire dai gruppi che sostenevano la precedente. Gli ha chiesto di riferire entro la giornata di martedì“, ha reso noto Ugo Zampetti, segretario generale della Presidenza della Repubblica.

Approfondisci

Governo, Mattarella non sceglie Conte: mandato esplorativo a Roberto Fico

Crisi di Governo, il centrodestra da Mattarella: “Governo incapace”

Crisi Governo, Matteo Renzi da Mattarella: “Elezioni sarebbero un errore”