Eleonora Giorgi in primo piano

Eleonora Giorgi è stata ospite del programma radiofonico I Lunatici in onda ogni notte su Rai Radio 2. Durante la sua intervista, l’attrice è tornata a parlare dei traumi vissuti a causa del divorzio dei genitori e dei problemi di dipendenza dall’eroina. Dal racconto della sua infanzia è emerso un rapporto molto particolare con la sorella, caratterizzato da una sorta di invidia.

L’adolescenza di Eleonora Giorgi

Nel corso della sua intervista, Eleonora Giorgi ha fatto un grande tuffo nel passato. L’attrice ha infatti ricordato di aver vissuto gli anni dell’adolescenza nel pieno periodo del ’68 Europeo, nel quartiere del Parioli, dove lei e i suoi coetanei non riuscivano a rimanere indifferenti a quanto stava succedendo.

Ha raccontato di essere stata una “ragazzina molto ribelle” con lo sguardo rivolto al futuro e il sogno di potersi recare a Londra, per vivere nuove esperienze.

Aspirazioni queste che trovavano difficilmente soddisfazione in un’Italia da lei definita “in bianco e nero”.

Fare i conti con la bellezza di Beatrice

Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, conduttori de I Lunatici, hanno domandato alla Giorgi quale sia stato il suo rapporto con la bellezza:“ Io nasco da una madre e un padre bellissimi– ha ammesso l’attrice – e dopo tre anni mi nasce una sorella che è la più carina ragazza di Roma.

Come da lei ricordato, proprio la sorella Beatrice (classe 1957) ha rappresentato fino dalla tenera età un modello di bellezza irraggiungibile per la bionda attrice romana.

“Il rapporto con la mia bellezza è relativo perché c’era la sua bellezza”, ha affermato Eleonora prima di raccontare un simpatico aneddoto sulla loro infanzia. Il ricordo dell’attrice è andato al momento in cui Beatrice “vinse senza partecipare” un concorso di bellezza per bambini dopo essere stata casualmente fotografata da un professionista che lavorava per la competizione.

Il continuo confronto e quella ciocca tagliata

Eleonora non ha nascosto di aver spesso provato una sensazione di “umiliazione” a causa del continuo confronto con la sorella. Attualmente l’attrice non sembra serbare rancore nei suoi confronti e anzi ammette: “Lei era la bella! Lei era bionda platino naturale con le ciglia nere“.

Da giovane, confessa, Eleonora ha provato ad assomigliarle più volte: Le tagliai una ciocca a 15 anni, andai dal parrucchiere e dissi: voglio gli stessi capelli!“, ha raccontato ridendo ai due conduttori.

I primi amori, non sempre corrisposti

Oltre a parlare della sua bellezza, Eleonora Giorgi ha raccontato anche delle sue conquiste. Uno dei primi a non riuscire a resistere ai suoi grandi occhioni blu fu un ragazzino che le portava ogni giorno un barattolo di marmellata di castagne(la sua preferita). Un gesto assai gradito per l’attrice che tuttavia ricorda di come avesse una “cotta per il suo migliore amico”.

In amore, la bellezza della sorella non sembra avere mai rappresentato un ostacolo per lei. Io e mia sorella avevamo degli ammiratori che venivano sotto casa a trovarci“, ha ricordato infatti con tenerezza, prima di parlare di colui che ha definito “il ragazzo della mia vita”.

Eleonora ha ricordato questa persona con profondo affetto, dicendo che oggi lavora come cardiochirurgo: “Sono felice perché lo spinsi io in tutti i modi a fare medicina, le parole della Giorgi che spiega come fu proprio il successo a separarli.

Il rapporto con il cinema: “Vedevo più giusta mia sorella”

Entrata nell’universo cinematografico, Eleonora si ritrovò ad avere come vicina di set una donna meravigliosa, Elizabeth Taylor. Come da lei ricordato, all’inizio della sua carriera da attrice, la Giorgi continuava a percepire il “peso” della bellezza di Beatrice: “Se per fare cinema ci fosse stato il requisito della bellezza, vedevo più giusta mia sorella”.

Iniziato quasi per caso, il suo percorso nel mondo del cinema si è rivelato nel tempo come il più adatto per il suo talento.

Provo orrore per il decadimento

Nonostante il confronto con Beatrice, la Giorgi ricorda con piacere gli anni della sua giovinezza. Nel definire sé stessa ancora adolescente parla di una “ragazza carina”, alludendo non solo all’aspetto esteriore. “Molto riservata fino all’adolescenza”, l’attrice amava leggere libri e scrivere diari. Un’abitudine questa, che manda avanti tutt’oggi.

Quando racconta di come vive il presente, le parole dell’attrice si fanno più amare. “Io provo orrore per il decadimento” ha ammesso, ricordando di essere rimasta “sconvolta” dopo essersi vista al Grande Fratello. In seguito alla trasmissione, l’attrice ha scelto di ricorrere a numerosi ritocchi al viso che aveva assunto un’espressione a suo avviso “grave, arcigna” in cui non si riconosceva più.

Fortemente convinta della sua scelta, Eleonora non ha paura di parlarne pubblicamente e conclude così il suo intervento: “Amo la bellezza e non la decadenza”.

Approfondisci

TUTTO su ELEONORA GIORGI

Eleonora Giorgi al Maurizio Costanzo Show: “L’amore mi ha salvata dall’eroina”

Massimo Ciavarro ed Eleonora Giorgi, perché non stanno più insieme?