Dario e Asia Argento a Domenica In

Reunion familiare a Domenica In, nel nuovo appuntamento in onda questo pomeriggio: a raccontarsi ai microfoni di Mara Venier sono Dario e Asia Argento. Il duo padre-figlia rivela dettagli inediti del loro rapporto, segnato da un profondo affetto e da un amore incondizionato, come rivela l’attrice: “Papà non mi ha mai tradita“.

Mara Venier accoglie Dario e Asia Argento

Dario e Asia Argento, padre e figlia, nomi altisonanti del cinema italiano. Lui poco avvezzo ad interviste ed ospitate televisive e, anche sul set, è sempre stato molto riservato, preferendo rimanere dietro la macchina da presa. La figlia, al contrario, più volte è finita sotto i riflettori, oltre che per il lavoro di attrice, soprattutto per i gossip che continuamente la rincorrono.

Ultimo quello che la vorrebbe nuovamente al fianco di Fabrizio Corona, sua vecchia fiamma.

Quest’oggi, a Domenica In, gli Argento si raccontano a tu per tu con Mara Venier. Diverse clip ripercorrono la loro carriera al servizio del cinema e dello spettacolo e, oltre che il loro rapporto padre-figlia.

L’infanzia e il rapporto con mamma Daria

La prima a fare il suo ingresso in studio è Asia Argento, che presenta al pubblico la sua autobiografia Anatomia di un cuore selvaggio.

Un lungo racconto frutto di un viaggio introspettivo, in cui ha ripercorso la sua lunga vita tra carriera e sfera privata. “Io da bambina ero estremamente timida – spiega l’attrice, raccontando la sua infanzia. – Mi vergognavo di me al cospetto del mondo. Poi con gli anni ho creato un alter ego che mi proteggeva in situazioni dove sarei stata troppo fragile“.

Successivamente l’attrice ripercorre il tormentato rapporto con mamma Daria, scomparsa lo scorso novembre. Sebbene nel corso della giovinezza abbia da lei subito ripetute violenze, il loro rapporto si era ricucito nel tempo: “Non si può comprendere quando sei bambino che vieni picchiato senza motivo.

Ho fatto tesoro di questa forza che ho dovuto tirare fuori sin da piccola. Lei non voleva mai approfondirlo, le faceva male ricordarsi così, perché poi è cambiata profondamente, ha messo la testa a posto da grande“.

Voleva vivere la vita

Per Asia Argento mamma Nadia è stata, nonostante tutto, un punto di riferimento. Era una donna libera, amante delle feste e della mondanità, come spiega a Mara Venier. E, forse anche per questo, spesse volte dedicava poco spazio alle figlie: “Io la ammiravo molto, la vedevo come un sogno e la fantasticavo.

Mi dispiaceva però che preferiva arrivare a feste piuttosto che stare con noi, magari arrivava alle 3 del pomeriggio e alle 9 usciva di nuovo. Voleva vivere la vita ma io non la biasimo, io invece come madre ho fatto la scelta opposta“.

Negli ultimi anni il loro rapporto ha avuto un netto miglioramento e l’attrice le è stata vicina nel periodo precedente alla malattia: “Siamo riuscite a risolvere il nostro rapporto. Io non solo non provavo nessun rancore ma le ho anche chiesto modo per le mie mancanze di figlia. Poco prima che si ammalasse mi aveva detto ‘Non mi chiami abbastanza’.

Io grazie a Dio l’ho fatto, così passavamo la notte al telefono bevendo un bicchiere di vino e parlando di tutto“.

Gli ultimi giorni accanto alla madre

Proprio la malattia, e la successiva morte della madre, hanno rappresentato per Asia Argento un duro colpo da digerire. “Nulla ti può preparare ad uno shock del genere e in più non potevo vederla all’inizio perché era in terapia intensiva per un’ischemia – spiega. – Da subito i dottori mi hanno dipinto uno scenario con poche speranze. Credo abbia sofferto molto, non riusciva a parlare bene. La cosa più brutta è che non me l’hanno fatta più vedere: per due mesi non l’ho più vista e mi è venuta una depressione terribile“.

Le condizioni di salute della madre non sono migliorate, ma l’attrice ha comunque avuto l’approvazione dai dottori per vederla negli ultimi giorni di vita: “Non riuscivo a sopportare il fatto di non poterla vedere né capire se ci potesse essere un margine di miglioramento. Poi si è capito che non ce l’avrebbe fatta e, per miracolo, il dottore mi ha chiamata e mi ha detto ‘Venga’. Sono andata con mia figlia e abbiamo potuto salutarla e dirle quanto la amiamo“.

Dario Argento in studio

Asia Argento viene poi raggiunta in studio da papà Dario, che viene accolto con calore da Mara Venier. La conduttrice approfondisce la personalità del regista, ponendogli numerose domande a riguardo. “Sin da bambino ero differente – svela – non mi sentivo uguale agli altri. Io vivevo nei miei sogni, nei miei incubi, nelle mie illusioni. Ero slegato da tutti, anche dalla mia famiglia. Quando poi sono diventato adulto non è stato così, perché sono sempre stato legato alle mie adorate figlie“.

Il rapporto che lo lega alle figlie è davvero speciale, come spiega anche la stessa Asia: “Non era un papà severo, non ha mai alzato un dito. Il nostro rapporto ha preso una forma ancora più profonda quando siamo diventati collaboratori e abbiamo iniziato a fare film insieme. Papà non mi ha mai tradita, è un uomo unico, un artista sublime. Lui si è dedicato veramente alle sue figlie, ha avuto le figlie e il lavoro in quest’ordine e tutta la vita si è dedicato a questo.

Gli insegnamenti di papà Dario

Asia Argento si focalizza poi sui preziosi insegnamenti ricevuti dal padre, che l’hanno portata ad essere la donna che è oggi. “Mi ha insegnato ad essere fiera di essere diversa, che non bisogna per forza conformarsi“, rivela l’attrice riferendosi a papà Dario.

L’affetto speciale e l’amore incondizionato che li unisce è testimoniato anche dalle parole del regista, che si rivela fiero delle meravigliose creature che colorano la sua vita: “Sono orgoglioso delle mie figlie, sono molto affettuose, adorabili, mi hanno fatto passare degli anni meravigliosi“.

Approfondisci

TUTTO SU DOMENICA IN

TUTTO SU ASIA ARGENTO

Fabrizio Corona e Asia argento: cosa c’è davvero tra i due, Corona rompe il silenzio