fabrizio corona sciopero della fame

Continua la forte forma di protesta che Fabrizio Corona ha messo in piedi, dopo aver appreso la decisione del Tribunale di Sorveglianza di rimandarlo in carcere. Corona è esploso di rabbia, si è tagliato, ha mostrato il sangue su Instagram ed attualmente è ricoverato nel reparto psichiatria del Niguarda di Milano. Qui, Corona ha riferito ai suoi avvocati di aver iniziato uno sciopero della fame.

Fabrizio Corona in ospedale

Tutto è partito dalla fine dello scorso anno, quando il Tribunale di Sorveglianza aveva decretato che Corona dovesse scontare altri 9 mesi di carcere, tempo che aveva passato in affidamento terapeutico prima della revoca.

In attesa della decisione della Cassazione, però, Corona è rimasto ai domiciliari. Sono arrivati quindi moniti e accertamenti sulla sua condotta da casa, per via delle ospitate in tv, delle dirette sui social e un sospetto coinvolgimento con alcune ragazze nel caso Alberto Genovese.

Quindi, la nuova decisione del Tribunale di Sorveglianza, che ha disposto il ritorno in carcere. Corona ha reagito con una serie di video in cui si taglia un braccio e mostra il sangue sparso per casa, prendendosela coi giudici. Ancora, momenti concitati all’arrivo della Polizia e dell’ambulanza, quando Corona si è accasciato a terra.

Da qui, il ricovero in ospedale al Niguarda di Milano.

Sciopero della fame per Fabrizio Corona

Nell’ultima ora, è comparso sul profilo Instagram di Fabrizio Corona un nuovo aggiornamento. È sparita la foto col volto insanguinato, ma in compenso si legge: “L’avvocato Cristina Morrone è appena andata all’ospedale Niguarda di Milano, nel reparto di psichiatria 2 dove è ricoverato Corona. L’avvocato “Ci ha riferito che Fabrizio sta facendo lo sciopero della fame e della sete, e che lo continuerà fino a quando non gli verrà data la possibilità di parlare con la Dott.ssa Giovanna Di Rosa, presidente del Tribunale di Sorveglianza di Milano“.

post instagram fabrizio corona
L’avvocato di Fabrizio Corona su Instagram

Corona in carcere, la protesta dell’avvocato

Dopo l’arresto, sono emerse numerose dichiarazioni circa il ritorno in carcere di Fabrizio Corona. L’avvocato Ivano Chiesa, riporta Ansa, si è detto “allibito per un provvedimento profondamente ingiusto e sbagliato che colpisce un uomo certo non pericoloso e che stava seguendo un percorso di cura“, definendo la giornata di ieri “un giorno triste per la giustizia italiana“.

Nelle scorse ore, inoltre, ha parlato anche l’ex Belen Rodriguez.

Anche la showgirl ritiene iniqua la decisione: “Ci sono dei mafiosi che sono liberi e a lui lo sbattono dentro perché ha fatto una diretta su Instagram?” si è domandata. La stessa, ha aggiunto di aver pianto e che “Mi sembra che non sia più lucido, non sta più bene ed è una persona che ha bisogno di aiuto“.