Fabrizio Corona

Il caso di Fabrizio Corona sta mobilitando moltissimi personaggi dello spettacolo e non. L’ex re dei paparazzi preoccupa per le sue condizioni di saluta: sarebbe fortemente dimagrito dopo aver ricevuto la notizia di un nuovo ritorno in carcere. Ora anche il cantante Gianluca Grignani si schiera con lui.

Fabrizio Corona: il sostegno di Gianluca Grignani

Come sempre capita in questo periodo, il sostegno arriva dai social. “Fabrizio Corona, sicuramente ha commesso molti errori… ma non si può ignorare il fatto che in Italia c’è chi si è macchiato di reati più gravi e nonostante ciò, non ha fatto i conti con la giustizia!

“, scrive su Instagram in un post Gianluca Grignani. “Chi sbaglia deve pagare, ma questo deve valere per tutti se è vero che ‘La legge è uguale per tutti’“. Scrive poi aggiungendo una citazione dalla sua canzone Sogni infranti: “Lo stato come piombo si sopporta“.

Post di Gianluca Grignani a sostegno di Fabrizio Corona

Fabrizio Corona: le sue condizioni e la lettera di Adriano Celentano

Il Tribunale di Sorveglianza ha deciso che Corona dovrà scontare altri 9 mesi in carcere e così ha deciso di cominciare lo sciopero della fame per cercare di sensibilizzare. Tra i molti che l’hanno sostenuto, c’è Adriano Celentano che ha pubblicato due lettere: “Caro FabrizioQualcosa mi dice che è in atto un cambiamento, che potrebbe riguardare la tua storia e non solo la tua“, ha scritto su Instagram.

In giro qua e là si uccidono genitori poi buttati in un fiume – scrive facendo riferimento al caso di Benno Neumair di Bolzano – Altri che non si possono chiamare genitori, non ci pensano un attimo a buttare un loro figlio di appena 4 giorni nell’acqua bollente“. E quindi sottolinea: “Per cui il tuo sciopero della fame, in un momento come questo è a dir poco fuori moda“. “Tu, caro Fabrizio, sei troppo intelligente per non sapere che se dovessi morire adesso solo per fare un dispetto a chi, per forza, ha dovuto giudicarti, non gliene fregherebbe niente a nessuno“.

Gabriella Privitera, mamma di Fabrizio Corona, ha raccontato le sue preoccupazioni a Il Corriere della Sera: “Ho cercato di convincerlo a prendere almeno un po’ di zucchero, ma non vuole niente. Non si aspettava la decisione della Cassazione. Si sente vittima di un’ingiustizia e di accanimento: quei mesi li ha scontati”, aveva raccontato disperata.