Ex maresciallo dei Carabinieri fucilato sotto casa della sorella: è caccia all'uomo in Puglia

È caccia all’uomo nel Salento dove è al momento ricercato l’uomo che, incappucciato, ha sparato e ucciso nella notte Silvano Nestola, ex maresciallo dei Carabinieri che si trovava nella casa di campagna della sorella nella provincia di Lecce, nella zona periferica di Copertino.

Ex maresciallo dei Carabinieri ucciso in provincia di Lecce

Sono pochissime le informazioni che circolano sulla drammatica esecuzione eseguita questa notte nella periferia di Copertino, comune del Salento in Puglia. Aveva 46 anni Silvano Nestola, la vittima, un ex maresciallo del Carabinieri che nella notte sarebbe stato raggiunto dal suo killer, nella campagna di periferia, dove si trovava insieme al figlio di 10 anni per una cena in compagnia di sua sorella.

L’ex maresciallo ucciso a fucilate sotto casa della sorella

Secondo quanto emerge dalle prime indagini preliminari, l’agguato sarebbe avvenuto poco dopo l’ora di cena, quando Nestola insieme al figlio di 10 anni stava uscendo dalla casa della sorella per raggiungere la macchina e fare rientro presso il domicilio. È in quel momento però che l’ex maresciallo, che in passato aveva prestato servizio nel Nucleo Informativo del Comando provinciale dei Carabinieri di Lecce, ha avuto percezione del pericolo invitando il figlio a correre a ripararsi in casa della zia.

Stando a quanto riportato dalle fonti locali, l’ex maresciallo sarebbe stato raggiunto da una raffica di colpi di fucile: di questi colpi, 4 lo avrebbero raggiunto risultandogli poi fatali. Inutile ogni intervento da parte dei medici allertati dai parenti di Nestola: giunta l’ambulanza sul luogo dell’omicidio, Nestola giaceva a terra già privo di vita.

È caccia all’uomo: si indaga anche sulla vita privata dell’ex maresciallo

Quanto al killer, dell’uomo non si sa nulla se non che fosse presumibilmente incappucciato e che avesse necessariamente seguito – o fosse in qualche modo a conoscenza degli spostamenti – Nestola fin sotto casa della sorella.

Ignari i moventi: indagano i carabinieri per capire chi possa aver commesso l’omicidio e quale sia stata la ragione. Tra le ipotesi ora al vaglio degli inquirenti ci sarebbe la pista della criminalità, ipotesi più scontata che chiama in causa precedenti legati al lavoro di Nestola ma non si escludono indagini nella vita privata dell’ex maresciallo.