denise pipitone parla denisa 19enne calabrese

Una nuova segnalazione su Denise Pipitone ha agitato la cronaca sulla bambina scomparsa nel 2004, nelle ultime settimane tornata sotto i riflettori. Nelle scorse ore sono stati avviati accertamenti su una giovane 19enne di Scalea, in Calabria, dopo che un uomo aveva lanciato la segnalazione pensato potesse trattarsi di Denise. A smentire tutto ci ha pensato la diretta interessata, Denisa.

Denise, accertamenti sulla ragazza in Calabria: Denisa smentisce

A raccogliere la smentita di Denisa, 19enne calabrese che secondo un uomo sarebbe stata la figlia di Piera Maggio, svanita nel nulla da Mazara del Vallo nel 2004, è stato Pomeriggio Cinque.

Nel pomeriggio infatti si è appreso di questa nuova segnalazione sulla giovane, che ha nome ed età simile a Denise. A far pensare ad una possibile pista, è stata anche la storia della ragazza. Lei, tuttavia, ai microfoni di Barbara D’Urso ha chiarito subito tutto.

Sei Denise Pipitone?” ha chiesto l’inviato. “No, non sono io” è stata la perentoria risposta. Dopo il caso Olesya Rostova e i rilievi in casa di Anna Corona, anche la nuova segnalazione si rivela l’ennesimo buco nell’acqua.

Denise e Denisa: chi è la 19enne di Scalea scambiata per la Pipitone

La 19enne Denisa si è detta poi disponibile a effettuare un test del Dna, “però esce negativo, per come la vedo io è una perdita di tempo perché non sono io“.

Ha poi raccontato di essere nata in Romania a maggio del 2002 e di essere venuta in Italia quando aveva circa 7 anni. A controprova ha mostrato anche il certificato di nascita. A far pensare fosse lei, anche il famoso graffio che Denise Pipitone aveva sul viso: “A che so io questa cicatrice l’ho fatta che avevo 2 anni, ho avuto un incidente con un cavallo. È vecchia vecchia“.

Non solo, a spingere chi ha fatto la segnalazione è stata probabilmente la travagliata storia personale di Denisa, che la giovane definisce “complicata”.

Ma, conferma ancora: “Non sono io, sono scioccata quanto voi“. Le è stato poi chiesto se avesse qualcosa da dire a Piera Maggio e la 19enne ha dichiarato: “Di non perdere la speranza e di cercare sempre sua figlia. È sempre alla ricerca, non riesce mai a dire ‘mia figlia non c’è più’. Se fossi stata io sarei corsa a braccia aperte, ma non sono io e mi dispiace“.

Approfondisci

Denise Pipitone, l’avvocato di Piera Maggio cerca la donna rom: “Potremmo toglierci questo dubbio”

Gianluigi Nuzzi risponde alla madre di Denise Pipitone: “Anna Corona non andava intervistata?

Io penso di sì”