Ruby Ter, chiesto lo

C’è preoccupazione per le condizioni di salute di Silvio Berlusconi che in questi giorni è tornato al centro della cronaca italiana per il suo recente ed ennesimo ricovero ospedaliero al San Raffaele di Milano. Dimesso nella giornata di sabato, questa mattina Berlusconi avrebbe dovuto essere presente in aula per un’udienza del processo che lo vede tra gli imputati, il Ruby Ter. Di fronte alle sue precarie condizioni di salute però la Procura chiede che la posizione di Berlusconi venga stralciata temporaneamente.

Ruby Ter, Berlusconi assente in aula dopo il ricovero

Referti medici alla mano, per il Procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e per il pm Luca Gaglio, come riportato da Ansa, ci sarebbero gli estremi per chiedere che la posizione di Silvio Berlusconi relativa al processo Ruby Ter venga temporaneamente stralciata.

Seriamente malato e affetto da una patologia severa“, questa sarebbe la condizione di salute accertata dai referti dell’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, una salute precaria che non gli avrebbe concesso quest’oggi di presenziare in aula.

Richiesta la separazione della posizione di Silvio Berlusconi

A fronte di questo quadro clinico instabile, la Procura, appoggiata poi anche dalla difesa di Berlusconi, avrebbe avanzato la richiesta di “congelare” la posizione di Berlusconi facendo andare invece avanti il processo per gli altri 28 imputati.

Uno stralcio che potrebbe tradursi nell’effettivo nella temporanea sospensione per qualche udienza per garantire a Berlusconi l’assoluto riposo di cui necessiterebbe presso la struttura domestico-ospedaliera di Arcore. Una richiesta non condivisa da alcuni legali come la difesa di Giuliante e Skorkina, altri imputati del Ruby Ter, secondo cui “senza la difesa di Berlusconi“, il dibattimento non potrebbe andare avanti, riporta sempre Ansa.

Saranno ora i giudici a decidere se accogliere o respingere la richiesta della Procura che chiederebbe dunque la separazione delle posizioni.

Il legale di Berlusconi: “Siamo preoccupati

Siamo preoccupati – le parole del legale di Berlusconi – [..] è costantemente monitorato a casa“, e al momento descriverebbe il leader di Forza Italia come un soggetto “defedato“, ovvero deperito soprattutto a causa dei postumi legati all’infezione da Coronavirus, per il quale Berlusconi era stato ricoverato mesi fa.