Claudio-Baglioni-vuole-tornare-in-tv

Dopo la fortunata esperienza sul palco dell’Ariston di Sanremo, Claudio Baglioni freme per tornare in tv. Di recente il cantante ha confessato la sua passione per il piccolo schermo e il desiderio di tornare in onda magari con qualche nuovo programma.

Claudio Baglioni ha voglia di tornare in tv

Nel corso dell’intervista ad Ansa, Claudio Baglioni ha posto l’accento sulla sua fortunata esperienza in tv. Il celebre cantante, che ha contribuito a rinnovare il Festival di Sanremo, da tempo freme per tornare sul piccolo schermo e confessa: “Ho voglia di tornare, perché mi sono affezionato, ci ho preso gusto.

E siccome non ho tutta la vita davanti è bene che mi affretti“.

Del resto, non è la prima volta che il cantautore, oggi 70enne, ha espresso questo desiderio. Da mesi infatti persiste l’ipotesi di un ritorno in tv che però non si è ancora concretizzato. “Con Rai 1 c’è un’idea da mesi che coinvolge anche Piefrancesco Favino, mentre con Mediaset ci sono stati dei contatti per uno show sui miei 70 anni. Tutto in sospeso”.

Ipotesi congelate soprattutto dalla pandemia e dal balletto dei palinsesti che ha caratterizzato questa stagione televisiva, con rinvii, cambi di serate in corsa e cancellazioni.

Per quanto riguarda Mediaset, è chiaro che la sua partecipazione allo show di Pio e Amedeo Felicissima Sera non sia stata casuale, ma nella programmazione estiva non vi è traccia dell’ipotetico programma a conduzione Baglioni.

L’opera-totale in attesa di uno spazio televisivo

In attesa di un degno spazio televisivo, Claudio Baglioni si prepara all’esordio sulla piattaforma streaming ITsART. Su questo palcoscenico digitale, inaugurato il 31 maggio, dal 2 giugno sarà possibile vedere In Questa Storia che è la mia. Lo spettacolo, registrato al Teatro dell’Opera di Roma, sarà una sorta di messa in scena quasi cinematografica del suo ultimo album di inediti dall’omonimo titolo.

 

Un’avventura che, commenta il cantante: “Mi ha regalato grande soddisfazione, mi ha ridato l’energia degli inizi. Questo lavoro la sua traccia la sta lasciando e la lascerà.” L’opera-concerto sarà arricchita dalla regia di Luigi Antonini e dalla direzione artistica di Giuliano Peparini. Lo spettacolo da 90 minuti vedrà coinvolte 188 persone (ballerini, musicisti, cantanti e performer) tra le quali spiccano Pierfrancesco Favino e l’étoile Eleonora Abbagnato.

L’auto-candidatura di Claudio Baglioni alla conduzione dell’Eurovision

Viste le lungaggini della tv, pubblica e privata, e l’incontenibile energia artistica del cantante, proprio sul finire dell’intervista arriva la proposta.

Commentando la vittoria dei Måneskin all’Eurovision Song Contest afferma: “Mi piacerebbe poterlo organizzare con Giuliano Peparini. Abbiamo esperienza e ne abbiamo già combinate diverse, anche sul palco dell’Ariston. Noi ci proponiamo, al massimo ci risponderanno di no”.

Che si tratti di una proposta seria o di una provocazione, solo il tempo potrà dirlo. Per il momento le energie di Claudio Baglioni si concentreranno sullo spettacolo In Questa Storia che è la mia che sarà disponibile sulla piattaforma ITsART per 6 mesi.

Uno show è evidentemente destinato a diventare qualcosa di più come lascia intendere Baglioni dichiarando: “È un progetto che non può esaurirsi così. In ballo c’è anche un passaggio al festival di Venezia, oltre a portarlo nei cinema e in tv“.