saman uccisa dallo zio consegnata dai genitori

La scomparsa di Saman, 18enne pakistana svanita nel nulla a Novellara, continua ad essere avvolta dall’oscura sensazione che la giovane sia stata uccisa. Tutto, al momento, sembra puntare in questa direzione: che il rifiuto di Saman a sposare un cugino in Pakistan abbia spinto la famiglia ad un gesto atroce. A confermarlo, ora, ci sarebbero le parole del fratello minore.

Saman uccisa dallo zio: la conferma arriverebbe dal fratello

È la prima ipotesi che è stata perseguita da quando, circa un mese fa, la 18enne Saman è sparita da Novellara. Perché la giovane già aveva accusato i genitori per aver cercato di costringerla ad un matrimonio con un consanguineo, cui lei si è opposta fortemente.

Tanto da trovare rifugio in una struttura protetta dopo la decisione di denunciare la famiglia. Poi, però, è sparita nel nulla. Il padre ha dichiarato che sarebbe ancora viva e in Belgio, ma le autorità si sono mosse ed hanno arrestato il cugino Ikram Ijaz, mentre si trovava in Francia.

In attesa della sua estradizione, avrebbe parlato invece il fratello di Saman, 16enne rimasto in Italia dopo l’apparente fuga dei genitori in Pakistan. Ai carabinieri, riportano le fonti, avrebbe confessato che la sorella è stata uccisa dallo zio, dopo essere stata consegnata a lui direttamente dai genitori.

Saman aveva un fidanzato segreto: il motivo dietro la sua scomparsa

A puntare in questa direzione è anche un nuovo video acquisito gli inquirenti. Nel primo, si erano viste alcune figure vicino casa della famiglia di Sama, mentre si dirigevano nei campi con delle pale. In questo, invece, risalente al giorno successivo, si vedrebbe Saman assieme ai genitori, Shabbar Abbas di 46 anni e Nazia Shaheen di 47. Poco dopo, i due sarebbero stati ripresi mentre tornano a casa, da soli: l’ipotesi è che sia stata consegnata allo zio, Danish Hasnain, per essere uccisa e il corpo nascosto in campagna.

Tra i moventi per la sua scomparsa/omicidio, non ci sarebbe solo il rifiuto al matrimonio combinato. È emerso infatti che Saman aveva un fidanzato segreto, un giovane pakistano di cui sarebbe stata innamorata e per il quale si era già allontanata dalla struttura protetta in cui stava. La contrarietà dei genitori, avrebbe portato a questo drammatico scenario che cercherà conferma nei prossimi giorni, con gli interrogatori del cugino e dello zio della 18enne di Novellara.