Gossip

Nicolò Scalfi, vincitore di Caduta Libera: com’è diventato e cosa fa oggi il ‘campioncino’

Nicolò Scalfi è stato il concorrente dei record del quiz show di Canale 5 Caduta libera. A poco più di 2 anni dalla vittoria, ecco com'è diventato e cosa fa oggi il campioncino di Brescia
nicolò scalfi come è oggi il campione di caduta libera

Nicolò Scalfi ha partecipato al quiz di Gerry Scotti Caduta libera nel 2018 e, a soli 20 anni, è riuscito a portarsi a casa circa 760mila euro in gettoni d’oro. Un montepremi altissimo, frutto di oltre 90 giorni di trionfi. Come è diventato e cosa fa oggi il campioncino di Brescia.

Nicolò Scalfi, il ricordo del successo a Caduta libera

Proprio in questi giorni, su Canale 5, stanno andando in onda le repliche di Caduta libera che hanno visto trionfare Nicolò Scalfi.

A distanza di oltre 2 anni dalla vittoria, il campioncino ha deciso di rilasciare un’intervista a Tv Sorrisi e canzoni nella quale ripercorre i momenti più belli del suo percorso televisivo. Scalfi racconta della popolarità raggiunta grazie al programma e ironizza: “Mi è venuto un difetto: prima di diventare famoso per me era… obbligatorio farmi avanti con le ragazze, poi hanno cominciato a farlo loro e mi sono adagiato un po’.” 

E rispetto alla vincita racconta: “Come avevo promesso, sono andato in vacanza a Barcellona con i miei amici. Poi ho regalato a mamma una nuova cucina e a lungo termine li ho investiti per pagarmi gli studi.

Ora cambierò l’auto, ma non prenderò niente di impegnativo”.

Le amicizie e gli amori di Nicolò Scalfi dopo Caduta libera

Caduta libera è stata un’occasione importante anche per coltivare amori e amicizie. Nel corso della sua avventura televisiva, Nicolò si era legato sentimentalmente alla concorrente Valeria Filippetti. In seguito aveva presentato al conduttore Getty Scotti la fidanzata Sara Mustari con la quale però ora non c’è più nulla. “In teoria siamo ancora amici, ma non ci sentiamo da un bel po’. Adesso non sono fidanzato, pretendo troppo, sono selettivo.

Non trovo mai la persona giusta, ma mi sento ancora nell’età per potere aspettare. E poi lo studio mi impegna molto.”

Capitolo a parte sono le amicizie. Oltre al bellissimo rapporto confidenziale con il presentatore del quiz, Scalfi ha legato particolarmente con l’ex concorrente Christian Fregoni, il bagnino di Brescia, con il quale si frequenta assiduamente. Il campioncino racconta: “Siamo entrambi bresciani, appassionati di parole crociate e dello stesso segno, il Cancro. Quando c’è stata una puntata speciale di ‘Avanti un altro!‘, siamo andati a Roma insieme, ci siamo divertiti, abbiamo visto la città e a settembre ci piacerebbe tornarci o fare una vacanza insieme.”

Com’è diventato e cosa fa oggi Nicolò Scalfi

Rivedendosi in tv dopo tempo, Nicolò Scalfi ha raccontato quella che è la sua vita quotidiana oggi.

È cresciuto, si è tatuato ed ha cambiato l’università. Dopo una breve esperienza a Milano, dove era iscritto a Design del prodotto industriale, ha preferito tornare a Brescia per iscriversi a Lettere moderne, sezione editoria. Il suo sogno oggi è diventare un giornalista sportivo anche se, ammette: “Non sono sicurissimo. Intanto mi laureo, che in ogni caso è utile per trovare lavoro in vari campi.”

Da quanto dichiarato, pare che la vincita non gli abbia fatto montare troppo la testa.

Nicolò vive ancora con il padre a Brescia, è ancora un grande amante dei cruciverba e si diletta a giocare a calcetto nonostante in questo momento sia fermo a causa di una frattura della clavicola.

La passione per la musica di Nicolò Scalfi

Il campioncino da qualche tempo si sta dedicando anche alla musica. Da tempo ha una passione particolare per la scrittura di canzoni e l’anno scorso ne ha pubblicata una dal titolo La fine del mondo. Entro la fine di luglio, racconta, ne uscirà un’altra, sempre utilizzando lo pseudonimo Donmelo21, in collaborazione con un amico.

In progetto c’è anche un album, anche se, ammette: “Sono alle prime armi, non voglio partire con progetti importanti, intanto faccio esperienze, mi diverto e vediamo tra qualche anno di raggiungere una maggiore consapevolezza.” 

Potrebbe interessarti