assolta la madre di matteo renzi laura bovoli

Svolta in uno dei processi che vedeva imputata Laura Bovoli, madre dell’ex premier e oggi leader di Italia Viva Matteo Renzi. La donna è stata trovata non colpevole di concorso in bancarotta fraudolenta di una società fallita nel 2012. Alla decisione dei giudici, è seguita la reazione del figlio tramite i social, dai quali chiede scusa alla madre.

Matteo Renzi, assolta la madre per il caso Direkta

Nei giorni in cui il figlio Matteo Renzi risulta indagato per finanziamenti illeciti e – si è appreso nelle scorse ore – per la presunta emissione di fatture per operazioni inesistenti in relazione ad una conferenza di Abu Dhabi, arriva un’altra notizia di cronaca giudiziaria che riguarda la famiglia.

La madre, Laura Bovoli, è stata assolta dall’accusa di concorso in bancarotta fraudolenta. Il processo in corso a Cuneo riguardava il caso della Direkta, società di volantinaggio per la grande distribuzione fallita quasi 10 anni fa. La madre di Renzi, in qualità di titolare della società Eventi6 che commissionava lavoro alla Direkta, era stata accusata di aver contribuito a falsificare la contabilità assieme al titolare Mirko Provenzano.

A Laura Bovoli e il coimputato titolare di un’altra società, Paolo Buono, veniva contestata la complicità nell’emissione di fatture da parte della Direkta per quasi 80mila euro; un modo per abbattere il debito accumulato con le cooperative, alle quali avrebbe emesso note di credito attestanti pagamenti inferiori a quanto pattuito.

Per i giudici, tuttavia, Laura Bovoli e Paolo Buono non erano coinvolti nella vicenda e il fatto non sussiste: per questo motivo la madre di Renzi e il coimputato sono stati assolti. Provenzano, riportano le fonti, aveva invece patteggiato un anno e otto mesi di carcere.

Assolta la madre di Matteo Renzi, la reazione dell’ex premier e leader di IV

A stretto giro dopo la decisione dei giudici, è arrivato tramite i social media un commento del figlio.

Matteo Renzi ha scritto: “In tanti mi chiedono perché sulle questioni della giustizia non uso un tono più aggressivo. Per un motivo molto semplice. Io continuo nonostante tutto a credere nella giustizia. E nella verità. Per esempio oggi tutti i media sono scatenati sui miei avvisi di garanzia: sono curioso di capire quanto spazio verrà dato alla notizia di mia mamma OGGI ASSOLTA dopo anni di indagini e processi“.

L’ex premier poi ha continuato: “Assolta dall’accusa di Bancarotta a Cuneo.

Perché? Perché il fatto NON sussiste. La verità arriva, prima o poi. Tante sofferenze ma poi arriva. Continuino pure ad attaccarmi, io non mollo“. Infine, un pensiero per la stessa madre Laura Bovoli, rinviata a giudizio assieme al marito Tiziano Renzi per un altro caso di bancarotta: “Ti voglio bene, Mamma. Scusami se hai dovuto subire tutto questo per colpa mia”.

Approfondisci

Matteo Renzi e l’Arabia Saudita: il “Rinascimento” dei petroldollari