Cronaca Italia

Paola Egonu scelta come portabandiera italiana dei cerchi olimpici a Tokyo durante la cerimonia inaugurale

Paola Egonu era stata indicata al Comitato Olimpico dal CONI
Paola Egonu portabandiera olimpica a Tokyo

Paola Egonu sarà portabandiera italiana del vessillo olimpico alla cerimonia inaugurale delle olimpiadi di Tokyo. Egonu è al momento la perla della pallavolo femminile italiana, eletta miglior opposto al campionato mondiale 2018. L’annuncio è stato dato dal Coni; Paola Egonu si è detta entusiasta ed emozionatissima per l’onore di essere stata scelta.

A portare il tricolore saranno invece: Jessica Rossi, tiro a volo ed Elia Viviani, ciclismo su pista.

Paola Egonu portabanidera olimpica

Paola Egonu sfilerà con la bandiera olimpica nella cerimonia di apertura di Tokyo 2020.

La pallavolista era stata indicata al Comitato Olimpico dal CONI stesso, ed è stata scelta. A comunicarlo è stato lo stesso Presidente del CONI Malagò che, appena atterrato a Tokyo, ha chiamato Paola Egonu per darle la notizia. “Paola con la Bandiera Olimpica. La pallavolista azzura Paola Egonu è stata scelta, assieme ad alcuni atleti di altri Paesi, come portabandiera del vessilo a cinque cerchi per a cerimonia di apertura di Tokyo 2020” si legge su Twitter.

Esempio di vessillo olimpico- Pyeongchang, Corea – 9 febbraio 2018.
A portarlo alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi Invernali, gli ex olimpionici sudcoreani e le medaglie d’oro olimpiche

Paola Egonu farà parte degli atleti scelti dagli altri Paesi che porteranno il vessillo a 5 cerchi simbolo universale delle Olimpiadi.

La reazione di Paola Egonu

Paola Egonu ha reagito con grande emozione alla notizia ricevuta e ha commentato così la notizia: “Sono molto onorata per l’incarico che mi è stato dato a far parte del CIO per portare la bandiera olimpica. Mi ha fatto emozionare appena il presidente Malagò me l’ha detto, perché mi ritrovo a rappresentare gli atleti di tutto il mondo ed è una grossa responsabilità: attraverso me esprimerò e sfilerò per ogni atleta di questo pianeta” si legge sul comunicato ufficiale dl CONI.

Chi è Paola Egonu

Paola Egonu ha 23 anni ed è nata a Cittadella da genitori di nazionalità nigeriana, il padre Ambrose era un camionista a Lagos mentre la mamma, Eunice, era infermiera a Benin City. Si sono trasferiti in Italia e ora vivono a Manchester, come la stessa Egonu ha raccontato in un’intervista rilasciata al Corriere in tempo di pandemia. “Mi sento afro-italiana. Canto l’inno di Mameli ma non dimentico da dove provengo.

Avere più culture significa essere più ricca: mi sento a casa a Milano e Conegliano, a Lagos e Abuja e pure a Manchester, dove si sono trasferiti i miei genitori per dare più possibilità ai miei fratelli“.

Paola Egonu ha iniziato a giocare quando aveva circa 11 anni e, fin da subito, la sua carriera ha seguito quello dell’iter di un astro nascente della pallavolo. Nel 2015 è entrata in Nazionale, prima nelle Under 18, con la quale ha vinto l’oro al campionato mondiale ed è stata eletta MVP della competizione. Poi nelle Under-19, negli Under-20 e, infine in quella che arriverà alle olimpiadi.

Nel 2018 ha vinto l’argento al campionato mondiale ed è stata eletta miglior opposto.

Nel novembre 2018, Paola Egonu aveva fatto coming-out, affermando di avere una fidanzata che si è poi rivelata essere la pallavolista Katarzyna Skorupa. Egonu è un’atleta dalla grinta coinvolgente, come lei stessa si è descritta, sempre al Corriere: “Sono Sagittario: instabile, volubile, simpatica, pazza, permalosa. In cinque secondi passo dall’essere la ragazza più felice del mondo all’umor nero“.

Potrebbe interessarti