Politica

Silvio Berlusconi pronto a tornare in campo, stoccata agli alleati: “Salvini o Meloni premier? Non scherziamo”

Silvio Berlusconi non lascia la politica e si dice pronto al rilancio del centrodestra unito, con una chiara idea: a Salvini e Meloni non può essere affidato l'incarico di formare un nuovo governo
Berlusconi parla di Salvini e Meloni premier

Spente le sue 85 candeline, Silvio Berlusconi si dice pronto a tornare in campo e a farlo da numero 1, ripristinando quella che, a suo dire, ora sarebbe una grave carenza nell’arena politica nazionale: la figura di un leader. L’ex premier ha annunciato di riprendere il lavoro a Roma e ha parlato anche dei futuri scenari per il centrodestra, allontanando categoricamente l’ipotesi di vedere uno dei suoi alleati, Matteo Salvini o Giorgia Meloni, a Palazzo Chigi.

Silvio Berlusconi pronto a tornare in campo: “Mancano i leader

Sto molto bene e sono pronto a tornare in campo.

Ce n’è bisogno, con questa penuria di classe dirigente che abbiamo…“. Lo ha dichiarato Silvio Berlusconi in una intervista concessa a La Stampa in cui ha sottolineato di essere in forma e orientato a un immediato ritorno ai suoi impegni politici.

Dopo un’altalena di ricoveri e controlli sulla sua salute, il leader di Forza Italia sarebbe prossimo ad agguantare una nuova sfida per il rilancio del centrodestra, la cui architettura appare attualmente claudicante complici le tensioni intestine alla Lega.

C’è penuria di dirigenti e anche di statisti“, ha aggiunto. Poche ore fa, Berlusconi, 85 anni, ha festeggiato il compleanno e ora guarda ai prossimi passi da compiere per ricompattare il percorso del partito e delle sue alleanze.

Silvio Berlusconi sul Governo: “Salvini o Meloni premier? Non scherziamo

Nel corso della stessa intervista al quotidiano La Stampa, Berlusconi ha parlato anche degli scenari futuri del Governo, sostenendo che “Draghi deve durare“. Dietro le quinte, l’ombra di una stoccata ai suoi alleati di centrodestra, i leader di Lega e Fratelli d’Italia: “Salvini o Meloni premier?

Ma dai, non scherziamo“. L’ex presidente del Consiglio, dunque, rispedisce al mittente l’ipotesi di vedere, un giorno, Matteo Salvini o Giorgia Meloni a Palazzo Chigi. Il perimetro tracciato da Berlusconi sul suo futuro appare nitido: niente addio alla politica.

Potrebbe interessarti