TV e Spettacolo

Francesco Facchinetti parla delle sue condizioni dopo l’aggressione da parte di Conor McGregor

Francesco Facchinetti torna a parlare di quanto accaduto a Roma con Conor McGregor e non fa marcia indietro dopo la denuncia di aggressione. Le sue parole sulla vicenda che ha scosso le cronache
Francesco Facchinetti: le condizioni dopo l'aggressione di Conor McGregor

Francesco Facchinetti è tornato a parlare dell’aggressione che avrebbe subito da Conor McGregor, e durante il suo programma 105 Kaos, su Radio 105, ha spiegato quali sono le sue condizioni di salute e di non essere disposto a fare marcia indietro sulla denuncia. Il racconto di cosa è accaduto dopo l’episodio che lo avrebbe visto protagonista in un hotel romano.

Francesco Facchinetti parla delle sue condizioni dopo l’aggressione da parte di Conor McGregor

Dopo la denuncia pubblica di Francesco Facchinetti sull’aggressione che avrebbe subito da Conor McGregor, il figlio di Roby Facchinetti ha parlato delle sue condizioni di salute.

Una cosa incredibile: mi sono ritrovato con lui per due ore, ho preso un pugno in faccia da Conor McGregor – ha ricordato Facchinetti nel suo format radiofonico 105 Kaos, su Radio 105 -. Sto molto peggio psicologicamente che fisicamente, devo andare avanti. Prendere un pugno da un pluricampione di MMA non è una bella cosa. Però mi è andata bene.

Non ho bisogno di soldi. Ho mal di testa tutto il giorno, devo portare questo collarino 8 ore al giorno per 16 giorni, ho un trauma cranico, ho una distorsione alla rachide cervicale che non so neanche cosa voglia dire.

Questa storia a me non fa piacere; se potessi avere la macchina di ‘Back To The Future’ tornerei indietro nel tempo e quel sabato, due giorni fa, non andrei lì“. Sono le parole di Facchinetti, riportate da TgCom24, sugli esiti dell’aggressione.

Francesco Facchinetti denuncia Conor McGregor e non torna indietro

In una serie di Instagram Stories, Francesco Facchinetti ha spiegato di aver denunciato per evitare che una simile situazione possa ripetersi coinvolgendo altre persone e con conseguenze potenzialmente peggiori.

Un dovere morale e civico, ha sottolineato, perché non passi l’idea che tollerare la violenza sia possibile.

Non ritiro la denuncia a McGregor nemmeno se mi offrono 10 milioni“, ha ribadito nel suo programma su Radio 105, riporta TgCom24. “Lo conoscevo e ho visto spesso i suoi incontri, rappresento anche lottatori, so trattare con queste persone. Quello che è successo non è una buona pubblicità all’MMA“.

Sui social, dopo l’aggressione che avrebbe subito all’improvviso e senza motivo, ha precisato di attendere i filmati dell’hotel in cui si sarebbe consumato l’episodio violento.

Della vicenda ha parlato anche Benjamin Mascolo, testimone di quanto sarebbe successo nella sala ai danni di Francesco Facchinetti. “Voglio vedere quelle 2 ore di video per capire veramente che uomo è Conor McGregor“. McGregor non avrebbe chiesto scusa, e i due non si sarebbero più visti.Nessuno di loro mi ha chiamato“, ha dichiarato Facchinetti sulla presunta condotta del lottatore e del suo entourage dopo i fatti.

Instagram Stories di Francesco Facchinetti
Instagram Stories di Francesco Facchinetti

Mi piacerebbe sorridere, ma in questa storia non c’è un c*** da ridere. Dobbiamo fermarlo“, ha concluso Francesco Facchinetti.

Potrebbe interessarti